Qui Browser

Tutte le notizie sui browser, lette sulle testate internazionali specializzate e raccolte in una rassegna stampa settimanale - Browsing the Week. Post dedicati a temi e argomenti inerenti il browsing, scritti con l'intento di rendere più comprensibile

Dean Hachamovitch: IE9 obiettivo privacy

Dean Hachamovitch: IE9 obiettivo privacy

  • Comments 1
  • Likes

In una intervista rilasciata al settimanale NewEurope, Dean Hachamovitch - corporate vice president e responsabile di Internet Explorer - approfondisce la policy di IE9 sulle questioni relative alla privacy. E racconta anche come si stanno muovendo in merito i concorrenti.

Ecco qualche stralcio interessante tradotto in italiano.

Dean inizia distinguendo due tipi di tracking, e la difficoltà di armonizzare le esigenze degli utenti che chiedono oltre alla privacy anche prestazioni che solo il tracking può garantire. Non tutto il tracking vien per nuocere...
Certo tracking è utile, altro nocivo. Il primo è quello che permette più velocità nella navigazione dei siti web. La percezione dei problemi relativi alla privacy è stata un po' mobile, ma credo che oggi siamo arrivati a un punto di flessione, i consumatori sono preoccupati e sospettosi. Il problema è che vogliono che un browser dia tutto: velocità, sicurezza e usabilità [...] vogliamo fare progressi, ma i cambiamenti richiedono molti sforzi per progredire senza danneggiare l'esistente. Ad esempio ora è possibile bloccare il tracking senza che questo si ripercuota sui social media. C'è voluta molta sottigliezza tecnica per mettere a punto meccanismi di questo tipo.

Poi si pronuncia sulla sensibilità particolarmente spiccata degli europei per la tutela della privacy, sensibilità sconosciuta a molti sviluppatori di browser. Con un esempio molto preciso.
La crescente preoccupazione della Commissione europea in materia di privacy è stata una parte importante del processo. Ci sforziamo di capire quali sono i temi cruciali dei vari mercati. La sensibilità locale informa quello che facciamo.
(Oltre a Microsoft che ha già strumenti efficaci, ndr) solo Firefox ha una proposta su come affrontare il problema della privacy. Nessun altro sviluppatore di browser si è pronunciato esplicitamente su questo. [...] Noi abbiamo costruito molti strumenti di protezione della privacy per assicurare all'utente quella protezione che altri browser non offrono ancora. Ad esempio Chrome invia ogni digitazione a Google. IE9 invece di default non invia i dati di ogni singola digitazione. Se poi si vuole sfruttare i vantaggi che il monitoraggio della digitazione può dare - i suggerimenti per completare i termini della ricerca - è possibile farlo.

Infine un accenno sull'eliminazione di IE6, che ancora abita troppe macchine sul globo. E una battuta sul lavorare al software 'preferito' dagli hacker.
Ci sono persone in Microsoft il cui unico lavoro è eliminare l'uso di IE6. Dieci anni fa IE6 era adeguato anche sotto il profilo della sicurezza [...] oggi siamo nel 2011, per quello abbiamo un browser del 2011.
C'è una certa soddisfazione a lavorare sul software più attaccato al mondo.

 

Comments
  • ma come si fa ad avere ancora ie6??? è autolesionista

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment