L'inizio è sempre difficile. Illustrare gli obiettivi che si prefigge un nuovo blog - l'ennesimo! - espone al rischio di volare troppo in alto, soprattutto quando il fine è informativo. Nel caso di un corporate blog, poi, questi propositi nella maggior parte dei casi si traducono o in promesse non mantenute o in risultati che somigliano più al marketing aziendale (con tutto il dovuto rispetto). Qui si vuole fare informazione su un argomento, il browsing, che sta assumendo un'importanza strategica per il mercato e per la vita degli utenti, argomento molto spesso relegato a discussioni troppo tecniche. L'universo del browsing, inteso come aziende e prodotti ma anche e soprattutto come problemi e soluzioni, merita infatti un taglio più divulgativo e discorsivo. Per farlo non è possibile però prescindere da coloro che posseggono le conoscenze necessarie, e cioè gli sviluppatori, riproponendole in termini comprensibili anche a chi non ha a che fare quotidianamente con la programmazione di codice per i software.

Il pubblico di riferimento sarà quindi costituito da blogger, giornalisti, studenti, utenti web interessati alle tecnologie pur senza capirne tutti i segreti sottostanti. Rendere più chiare le dinamiche di mercato, l'iter di standardizzazione in seno al W3C, le nuove capacità dei browser del presente e di quelle del prossimo futuro. In poche parole: descrivere le geografia dell'innovazione di questo specifico ambito, sempre più pervasivo delle nostre azioni in rete.Il periodo storico d'altronde è particolarmente interessante per gli strumenti di navigazione. Dall'avvento di Mosaic e degli altri pionieristici tentativi di browser all'inizio degli anni '90 sono passati pochi anni ma almeno un paio di rivoluzioni interne al settore. Dopo un decennio si è tornati a puntare sull'Html, la cui quinta versione sta prendendo forma - non senza polemiche e discussioni - nelle sedi istituzionali preposte; il web è sempre più ubiquo e accessibile da nuovi dispositivi, anch’essi bisognosi di interfacce di navigazione performanti. Temi nuovi, o quantomeno più presenti alla coscienza dell'opinione pubblica, interessano il mondo dei browser: dalla privacy alla sicurezza e all'antitrust. Tanta carne al fuoco, da cucinare con l'aiuto della blogosfera e degli utenti, oltre che dei tecnici e dei professionisti della comunicazione.

Pur essendo un blog promosso da Microsoft e quindi inevitabilmente “di parte”, cercheremo di partecipare alla conversazione con onestà intellettuale e trasparenza, pronti a confrontarci apertamente sui temi trattati. Che comunque ci appassionano e – speriamo - finiranno per appassionare anche chi ci segue. Sappiamo che la reputazione - in rete come altrove - si conquista solo con comportamenti coerenti, posizioni ragionevoli e costanza nel confrontarsi con gli interlocutori. Il web non è luogo per le scorciatoie e per l'imbonimento di massa, non premia gli ultimi arrivati né chi alza la voce. Cercheremo di conquistarci la stima degli utenti giorno dopo giorno. Anche perché abbiamo bisogno di voi, delle vostre critiche, segnalazioni, delucidazioni e della vostra attenzione. Siamo consci che senza il vostro contributo non andremo molto lontano. Né vogliamo andarci da soli.