La costruzione di un’infrastruttura di virtualizzazione richiede necessariamente l’implementazione di funzioni di fault tolerance basate su cluster per le quali è necessario disporre di dischi condivisi.

I cluster di host di virtualizzazione basati su Hyper-V possono basarsi su dischi condivisi Fiber Channel (FC) o iSCSI.

Esistono sul mercato soluzioni FC e iSCSI di raffinatezza e costi diversi ed è ormai possibile per praticamente qualsiasi azienda accedere a storage basati su queste tecnologie.

Oggi arriva un importante annuncio dai colleghi di Redmond, molto interessante per le aziende che vorrebbero avvicinarsi alle soluzioni di virtualizzazione fault tolerant, ma hanno piccoli budget IT (situazione abbastanza diffusa in questo periodo storico) o per i team interni alle aziende che vogliono realizzare ambienti di test o a supporto di piccoli progetti.

Microsoft iSCSI Target (la parte “server” di un’architettura iSCSI) è da oggi disponibile e scaricabile gratuitamente ed usabile, in modo supportato, in ambienti di produzione.

Microsoft iSCSI Target è installabile su Windows Server 2008 R2 Standard, Enterprise e Datacenter, ma non è installabile su Microsoft Hyper-V Server che è invece usabile come “client” (iSCSI Iniziator).

Risorse

Buona giornata

Giorgio