ZenIT Blog

Public and Private Cloud, GreenIT (e altro) visti da Giorgio Malusardi - Microsoft Italia

Installare le patch alle macchine virtuali spente

Installare le patch alle macchine virtuali spente

  • Comments 1
  • Likes

Un paio di giorni fa è stata annunciata la disponibilità della beta di un solution accelator per il servicing delle macchine virtuali offline.

Prima di tutto una precisazione sul nome: Offline Virtual Machine Servicing Tool (OVMST).

L'aggettivo Offline si riferisce a Virtual Machine e non a Servicing. La precisazione è importante perché in realtà le VM devono essere avviate per poter applicare le patch. Il nome secondo me non è molto azzeccato e probabilmente cambierà prima di essere rilasciato in via definitiva. Il termine servicing in realtà consente di pensare a scenari più ampi che non la sola applicazione di correttivi: configurazione di applicazioni, applicazioni di policy, ecc...

Lo scopo del solution accelerator è fornire un insieme di strumenti utili ad indirizzare un problema reale: chi deve gestire uno store di macchine virtuali (per esempio i template di VM in una library di System Center Virtual Machine Manager), mantenute offline e pronte per essere utilizzate quando necessario, ha il problema di mantenerle aggiornate in modo che sia realmente pronte a diventare immediatamente operative quando necessario.

L'Offline Virtual Machine Servicing Tool si basa su PowerShell, System Center Virtual Machine Manager 2007 e un tool di patch management (System Center Configuration Manager 2007 o Windows Server Update Services 3.0) per svolgere il proprio lavoro.

Usando degli script PowerShell e SCVMM le macchine sono temporaneamente distribuite su un server Virtual Server 2005 R2 (al momento Hyper-V non è supportato, ma dovrebbe esserlo in una successiva versione del tool) e avviate. A questo punto alle macchine sono applicati correttivi e quindi immediatamente spente e "riposte" nello store (la Library di SCVMM2007) al termine dell'operazione.

Non siamo ancora all'applicazione dei correttivi mantenendo le VM spente, ma sicuramente OVMST facilita di molto il compito degli amministratori di rete. A questo proposito riporto testualmente dal sito Microsoft Connect, dove la beta è sisponibile:

"Future image updating solutions may be able to update virtual machines while they remain offline. Until such solutions become available, the Offline Virtual Machine Servicing Tool provides a way to automate the process of deploying, updating, and storing virtual machines."

Se alle VM conservate nella Library si SCVMM2007 è stato applicato Sysprep, al primo avvio parte il minisetup che le configura e di questo si deve tener conto nell'uso del tool eventualmente intervenendo con script (PowerShell o VB) per risolvere il problema.

Chi volesse sperimentare il tool può iscriversi alla beta a questo link.

Buona giornata a tutti.

Giorgio

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment