Articolo originale pubblicato mercoledì 30 novembre 2011

Il nostro primo aggiornamento di SharePoint Online (SPO) dal lancio di Office 365 (O365) è divenuto disponibile a livello generale il 28 giugno 2011 ed ora è completo a livello mondiale. Riteniamo ora opportuno condividere alcune informazioni sulle nuove funzionalità e sulle correzioni disponibili con questo aggiornamento del servizio. In generale questo aggiornamento consente un più ampio accesso a persone e dati esterni e, al contempo, aumenta il numero di dispositivi e Web browser supportati. Abbiamo anche aggiunto funzionalità di rilevamento con gestione autonoma, insieme a molto altro.

Servizi di integrazione applicativa

Alla conferenza su SharePoint del 2011 (3-6 ottobre) di Anaheim, CA, Jeff Teper (Corporate Vice President del team di progettazione di SharePoint) ha annunciato che "i Servizi di integrazione applicativa (BCS) verranno inclusi in SharePoint Online entro la fine di questo anno solare". Attualmente disponibili a tutte le piccole e medie aziende clienti di Office 365 del mondo, i Servizi di integrazione applicativa in SharePoint Online consentiranno di connettersi a origini di dati esterne tramite endpoint di servizi Web Windows Communication Foundation (WCF) in modalità di lettura e scrittura.

Ora è possibile progettare soluzioni che ampliano le funzionalità di collaborazione che includono dati aziendali esterni, quali applicazioni line-of-business (LoB) poste dietro i firewall dei clienti, o trasferite al cloud (ad esempio SQL Azure). Inoltre, è possibile scaricare gratuitamente SharePoint Designer 2010 per eseguire le connessioni.

Per gli esperti di BCS, SPO supporta ora anche elenchi esterni e colonne di dati, il servizio Business Data Catalogue (BDC) per connettori WCF e il servizio di archiviazione sicura partizionato a livello di tenant all'interno dell'Interfaccia di amministrazione di SharePoint Online. Per ora non sono ancora disponibili la ricerca dati esterna, l'integrazione client avanzata, le pagine di profilo e la connettività dirette a SQL Azure senza un endpoint WCF.
 
Per ulteriori informazioni, consultate il post di blog informativo di Steve Fox (Azure CoE). Inoltre abbiamo recentemente pubblicato nuova documentazione relativa a BCS SPO in MSDN:
 
Condivisione esterna

Lo scopo di BCS è abbattere le barriere ai dati esterni. Ora consente anche di abbattere le barriere della collaborazione tra le persone. Con questo aggiornamento del servizio viene aggiunto supporto per la collaborazione con persone che non fanno parte della vostra società, ad esempio fornitori, partner aziendali di fiducia e clienti. Grazie a queste funzionalità di condivisione esterne, una società può invitare utenti esterni a visualizzare, condividere e collaborare sui propri siti SharePoint Online. Questa funzionalità è disattivata per impostazione predefinita ma un amministratore di SharePoint Online può abilitare la condivisione esterna per l'intera società. Dopodiché, gli amministratori proprietari di singole raccolte di siti possono decidere se condividere esternamente.

Nota: gli utenti esterni possono accedere al servizio utilizzando un ID Microsoft Online Services e/o un Windows Live ID. I Live ID possono includere nomi utente @Live.com, @Hotmail.com e @MSN.com oltre alle derivazioni locali.
 
Per ulteriori informazioni:
·    Ulteriori informazioni sull'uso della condivisione esterna in Office 365 per le piccole aziende oppure Office 365 per le grandi aziende
 
Con il rilascio di Windows Phone 7.5 (nome in codice "Mango") gli utenti di Office 365 possono ora accedere a elementi elenco e lavorare su documenti archiviati negli elenchi e nelle raccolte documenti di SharePoint Online, oltre a posta elettronica, calendario e contatti. Questo nuovo supporto si applica a tutti i piani Office 365 inclusi quelli per piccole aziende e professionisti (basati su http://), nonché per grandi aziende (basati su https://).
 
Per ulteriori informazioni:
·   Leggete il post di blog originale di Windows Phone TechNet inserito quando è stato annunciato il supporto per Office 365 presso TechEd 2011.
·   Guardate questo video per vedere come è facile collegare Windows Phone 7.5 ai servizi di Office 365.
 
Connessioni migliori
Oltre alle versioni precedenti di Internet Explorer e Firefox, SharePoint Online supporta ora ufficialmente Internet Explorer 9 e Chrome. Indipendentemente da quale browser preferite, otterrete un'esperienza migliore. Dovete solo avviare il vostro browser preferito e potrete accedere al sito del vostro team SharePoint Online preferito o al sito intranet aziendale, lavorare con Office Web Apps e altro ancora.
 
Anche le connessioni ad altri servizi sono migliori. Ad esempio i clienti di Microsoft Dynamics CRM possono ora sfruttare le avanzate funzionalità di gestione dei documenti di SharePoint Online direttamente dall'applicazione Microsoft Dynamics CRM. Come risultato, possono creare dinamicamente raccolte documenti di SharePoint Online all'interno di CRM, nel momento e nel luogo di cui ne hanno bisogno. Le società possono inoltre aggiungere funzionalità di gestione documenti a entità quali account, opportunità, casi o anche entità personalizzate in Microsoft Dynamics CRM.
 
Per ulteriori informazioni:
·   Accedete a dettagli di alto livello in questo post di blog.
·   Ottenete ulteriori dettagli tecnici in questo post di blog.
 
Cestino
Infine, SharePoint Online consente di recuperare più agevolmente gli elementi eliminati accidentalmente. Questo aggiornamento del servizio fornisce più controllo agli amministratori delle raccolte di siti migliorandone notevolmente tutti i cestini. È infatti possibile ripristinare un intero sito secondario (oppure un documento, un elenco, una raccolta e così via) con pochi clic e in pochi minuti.
 
Correzioni
Questo aggiornamento di SharePoint Online include inoltre numerose correzioni. Molte di queste correzioni sono basate sui feedback dei clienti e sulle richieste del supporto di Office 365. Siamo sempre lieti di ricevere i vostri feedback. Di seguito sono riportate alcune delle correzioni chiave:
  • Le società che utilizzano SharePoint Online per piccole imprese non potranno più eliminare il sito radice. Ciò rappresenta un notevole vantaggio se si considera che questa offerta si basa su un'unica raccolta siti.
  • I siti Web pubblici basati su SharePoint Online non richiederanno più agli utenti non autenticati le credenziali sui loro dispositivi mobili.
  • Quando è stato rilasciato Windows Phone 7.5 (nome in codice "Mango"), i clienti che applicavano un URL di reindirizzamento a microsito alla loro tenancy Office 365 non potevano connettersi al loro sito SharePoint Online tramite la sezione "Percorsi" dell'hub Office. Ora questo è possibile.
  • La raccolta siti radice "-my", raccolta siti padre di tutti i siti personali di un tenant, è tornata all'interfaccia di amministrazione di SharePoint Online all'interno dell'elenco di raccolte siti. È nuovamente possibile allocare risorse server e assegnare proprietari. Inoltre ora questa raccolta siti non può essere eliminata.
 La descrizione del servizio SharePoint Online è stata aggiornata per riportare tutte le nuove funzionalità e le modifiche.
 
Le barriere continuano a cadere e siamo sempre più vicini alla collaborazione in qualsiasi momento e luogo e su qualsiasi dispositivo. Confidiamo nel fatto che le persone che già utilizzano il servizio apprezzeranno le nuove funzionalità di SharePoint Online. Se non utilizzate ancora il servizio, provatelo subito senza rischi per 30 giorni, nel cloud.
 
Grazie per l'attenzione,
il team SharePoint

 

Questo è un post di blog localizzato. Consultate l'articolo originale: What's New in SharePoint Online: November 2011 Update