Nuove tecnologie al servizio degli imprenditori

di Gianfranco Caprioli

La recente crisi ha messo ancora più in evidenza gli effetti dell'accresciuta interdipendenza delle economie. La globalizzazione ha reso ancor più complessa la lettura dei caratteri dei mercati. Essi sono divenuti più segmentati, più specializzati. Caratteristiche che implicano una maggiore professionalità e al tempo stesso una maggiore flessibilità. Qualità ritenute difficili da perseguire per le piccole imprese. La carenza tipica di capitali da destinare agli investimenti rende proibitiva una presenza stabile e qualificata all'estero. La stessa flessibilità che rende le piccole organizzazioni in grado di adeguarsi con rapidità ai cambiamenti di mercato deve in realtà coniugarsi con un conoscenza «di pancia» della clientela se vuole tradursi in maggiore competitività.

L'esperienza dimostra che non esistono settori vincenti, ma imprenditori intelligenti che, come dicono gli economisti, hanno saputo allungare la filiera: a monte, verso le fonti di produzione della conoscenza mediante contatti con le università e con gli enti di ricerca; a valle, mediante contatti diretti con i mercati e con i clienti. Questa estensione delle capacità del singolo imprenditore è dovuta al vorticoso sviluppo delle tecnologie Ict. La loro padronanza permette di attingere a sofisticate informazioni, selezionarle e renderle quindi strumento di crescita competitiva. Ma di padronanza deve trattarsi non di presuntuoso balbettamento. Paradossalmente, per espandere i propri sbocchi oggi una piccola impresa dovrebbe avere un esperto Ict prima ancora che un export manager. In altri termini, le nuove tecnologie informatiche e della comunicazione vanno a colmare esattamente le carenze tipiche delle piccole imprese, consentendo di espandere talmente le facoltà dell'imprenditore da permettergli di agire da «grande», come una multinazionale tascabile. Ti svegli e mandi una e-mail al tuo cliente cinese o all'ora di pranzo a quello di New York. Fai una ricerca sul Web per cercare nuovi fornitori o dare risposte di servizio ai clienti. Come fanno già molte imprese medio grandi, capaci di fare assistenza tecnica attraverso gli stessi clienti, considerati come una vera e propria community.

«Conoscenza, organizzazione e logistica» si rivela il trinomio in grado di accrescere la competitività anche delle piccole imprese. Non tutto può essere ottenuto dentro casa. È infatti nella capacità di fare rete, di collegarsi con altri produttori, anche mediante i nuovi «contratti di rete», promossi dal ministero dello sviluppo economico e già realizzati in alcune regioni. Questa nuova forma di aggregazione, più snella di quella consortile, permette di mantenere la propria autonomia e di lavorare per progetti. Inoltre, la complementarietà dei profili professionali degli aderenti consente di superare il limite di un «saper fare» concentrato dentro i cancelli della fabbrica. La messa in comune di diverse capacità permette anche di acquistare meglio sul mercato i servizi di trasporto, di dogana, logistici, di promozione e di vendita. Le nuove possibilità di pubblicità, di promozione sulla rete, sui social network, social shopping, offerte dai grandi motori di ricerca stanno rivoluzionando anche questo settore. I grandi gestori hanno predisposto programmi specifici che permettono anche alle piccole imprese di sfruttare le nuove grandi possibilità di comunicazione con il mercato globale, specie dei giovani. Il nuovo approccio non marginalizza le tradizionali modalità di internazionalizzazione, ma sicuramente ne riduce la portata e ne modifica i parametri. La partecipazione alle fiere è vista ora come momento di contatto umano, di suggello di rapporti avviati spesso sulla rete. Gli stessi incontri B2B hanno natura conclusiva, potendo fare i preparativi on-line.

Lo slogan «artigiano con il computer», di recente coniato, sottolinea la possibilità di mantenere la lavorazione artigianale di scarpe di qualità sul territorio grazie alla scannerizzazione dei piedi dei clienti in boutique all'estero e la elaborazione informatica dei dati, per fare un esempio.

Fonte: ItaliaOggi Sette

Fai volare il tuo business

Fai volare il tuo business
Migliora le prestazioni della tua azienda con i prodotti e le soluzioni più adatte