Tre parole per descrivere l’esperienza di venerdì: inaspettata, emozionante...indimenticabile!

Inaspettata, esattamente come la mia partecipazione al Global Village Campus (attuale Campus Mentis) e soprattutto come il risultato finale di questa esperienza: un posto di lavoro in una prestigiosa società come Microsoft. Quasi per caso infatti un anno e mezzo fa ha catturato la mia attenzione una mail presente nella mia inbox in cui veniva presentata l’iniziativa che vedeva lo sforzo congiunto del Ministero della Gioventù e dell’Università La Sapienza di Roma e che dava l’esclusiva possibilità a 600 giovani neolaureati di partecipare ad un campus di formazione e di incontro/confronto con le aziende presenti in loco. Mi è da subito sembrata un’ottima occasione da giocarmi a pochissimi mesi dalla laurea e soprattutto mi ha incuriosita parecchio, così ho deciso di tentare e di inviare il mio curriculum...nella peggiore delle ipotesi, sarebbe stata una settimana divertente e diversa dal solito! E invece proprio in quel contesto sono entrata in contatto con Microsoft e ho iniziato il mio processo di selezione per il programma MACH, di cui volevo assolutamente far parte. Ed eccomi qua a ritagliarmi uno spazio dal mio lavoro in Microsoft, dove determinazione e ambizione mi hanno portata, per scrivere sul Mclips. Sorriso Allo stesso modo, è arrivata con sorpresa la comunicazione che Microsoft e Campus Mentis avevano deciso di premiarmi come una delle migliori neolaureate in Italia che hanno trovato lavoro tramite il progetto. A sorpresa soprattutto per il fatto che non ho fatto nient’altro che… il mio dovere! Sorriso

Emozionante, perchè non capita tutti i giorni di veder premiati i propri sforzi ed il proprio impegno, soprattutto in un contesto di eccezione quale è Palazzo Chigi e non solo...avere la possibilità di sedersi al posto dei Ministri nella sala del Consiglio e visitare uffici normalmente inaccessibili. Questi i momenti chiave della giornata che ho condiviso insieme agli altri 16 giovani premiati insieme a me, che ho notato essere tutti accomunati dalle stesse caratteristiche imprescindibili per essere vincenti nel contesto lavorativo di oggi, e che da oggi conierò come “la formula del giovane DOC” = Determinazione +  Ottimismo + Caparbietà.

Indimenticabile, perchè, come tutte le cose belle, rimarrà indelebile nella memoria: vivere una giornata così fuori dal comune (ma dentro al palazzo Chigi...ok, battuta orrenda Sorriso), vedere la propria foto sul giornale, le proprie immagini scorrere durante i telegiornali, le proprie parole riportate sulla stampa ma soprattutto l’emozione e l’orgoglio dipinto sul viso dei propri familiari sono cose che difficilmente potrò scordarmi.

Greta