Lunedì scorso sono stati presentati i risultati dell’indagine Cesop-IpoStat sulle aziende più ambite dai neolaureati. Microsoft e Apple si sono posizionate al quinto posto, prime aziende IT nella graduatoria. Per comprendere a cosa dobbiamo questo riconoscimento, a maggior ragione in momenti economici difficili come quello che stiamo vivendo, è doveroso riflettere su cosa cerchino oggi i giovani in un lavoro e quali siano i valori cui si ispirano. In Microsoft la persona ha un ruolo centrale, i “commitment” individuali sono chiari, condivisi, un vero punto di riferimento per ciascuno. Grande attenzione è rivolta agli aspetti motivazionali, al lavoro in team, alla serietà, al senso di responsabilità, al merito. Questi valori, mai dati per scontati, si uniscono all’orientamento verso il miglioramento continuo. Da noi inoltre la Responsabilità Sociale passa necessariamente attraverso le persone, tanto che buona parte dei colleghi sono fortemente impegnati in iniziative sociali che loro stessi scelgono secondo le loro affinità e le loro competenze. La diversità, o “diversity”, è un altro dei nostri “cavalli di battaglia”: crediamo che vada fatto di tutto per creare una cultura aziendale realmente aperta, più ricca e sfaccettata. Questo premio  è motivo di orgoglio e, allo stesso tempo, una grande responsabilità.

Ora impegnamoci per risalire al quarto posto.

Els