Solo qualche mese fa ero in un'altra azienda appartenente ad un gruppo leader nel mondo della comunicazione e del marketing che, in un meeting internazionale interno, aveva scelto di interrogarsi sul mondo digitale attraverso qualche presentazione di stimolo.

Avevo ricevuto il compito di raccontare la crescita dell’online advertising attraverso le cifre, ma anche attraverso l’illustrazione del cambiamento di rapporto tra consumatore e mezzi.

Come affrontare il tema del cambiamento ?

Tra il materiale consultato ho trovato un video che ben rappresentava la distanza tra il “vecchio” modo di fare advertising ed un consumatore sempre meno paziente ed attento, quale può essere una ragazza che non cede più alle lusinghe di un ragazzo di bell’aspetto ma, ahimè, sempre meno capace di sedurre.

Praticamente perfetto ! Niente di meglio per introdurre alcuni concetti chiave della presentazione, tesa a evidenziare limiti e criticità nel rapporto tra consumatore e mezzi classici.

Quel video mi è rimasto amico per un po’, e come succede spesso con i cari amici, senza troppo preavviso qualche mese dopo, è tornato a farmi compagnia…

Sono andato a lavorare nell’azienda che ha creato e prodotto quel corto. Ed io alla prima occasione (dopo un mese dall'ingresso) non ho resistito alla tentazione di “farlo mio” in qualche modo.

Quale modo ?

Una firma inequivocabile: con la magia di un bel lavoro di doppiaggio eccoci passare dalla rarefatta atmosfera anglosassone (in alcuni passi poco comprensibile per un “non lingua madre” come il sottoscritto…), ad una molto più familiare. La ragazza improvvisamente passa da una B. Jones qualunque ad una novella Sofia Loren, paladina dei nuovi mezzi di comunicazione (e...dell’online advertising) !

Avrete intuito (e la conferma è appena sotto...)... Il video è in un napoletano un po’ teatrale e in quanto tale distante dalla strada, ma finalmente pienamente comprensibile. E, dettaglio non irrilevante, nella mia lingua madre.


Video: Bring the Love Back - Italian style

In un evento romano in cui abbiamo presentato ai nostri clienti le ultime novità del fare advertising online con Microsoft, abbiamo proiettato il video, prima in inglese e, a conclusione dell’incontro, nella versione rieditata.

Sarei di parte se solo parzialmente riportassi le reazioni alla proiezione dell’uno e dell’altro.

Morale: è proprio vero che è massimamente rilevante adoperare un linguaggio il più vicino possibile al fruitore del messaggio !! C’è vicinanza, prossimità, “calore”…tutti elementi in grado di aggiungere valore al semplice contenuto.

Il video da didascalico è diventato esso stesso “messaggio di comunicazione”, di un diverso modo di fare comunicazione.

Morale per me: fare maggiore attenzione agli amici, possono sempre darti qualcosa anche quando meno te l’aspetti ;-)