Utilizzando la console di Operations Manager, che come tutti sappiamo è una consola .NET based, potremo riscontrare che i tempi di risposta della stessa sono lunghi.

Questo accade sicuramente su computer che non sono connessi ad Internet ed è dovuto ad un comportamento noto delle applicazioni .NET 2.0.

Le applicazioni .Net 2.0 ogni volta che vengono eseguite cercano di scaricare la CRL (Certificate Revocation List) per verificare l'attendibilità del certificato utilizzato per il Code Signing degli assembly .NET. Se il servizio CRL (pagina, sito o web service che sia) non è raggiungibile, lo start up dell'applicazione deve attendere il tempo di timeout prima di rispondere. Questo risulta vero anche per ogni operazione che richiede il caricamento di un nuovo assembly.

Lo stesso comportamento, spiegato nell'articolo KB936707 è stato riscontrato anche su applicazioni .Net 3.5.x. e .Net 4.0 (vedi Operations Console) ed è stato riscontrato che anche su computer che accedono ad internet, effettuando quanto descritto nella suddetta KB si ottiene un incremento delle prestazioni dei tempi di risposta della console

Per risolvere il problema quindi è sufficiente effettuare quanto descritto nell'articolo di sopra. In particolare è necessario aggiungere le istruzioni riportate nel paragrafo More Information di cui riporto per comodità un estratto:

You can use this configuration setting in an application configuration file. To do this, add the following code to the <ApplicationName>.exe.config file for the .NET Framework 2.0 managed application:

 

<configuration>

                <runtime>

                               <generatePublisherEvidence enabled="false"/>

                </runtime>

</configuration>

 

Dopo aver effettuato la suddetta configurazione, che deve essere ripetuta su ogni computer su cui è installata la console, riavviando la console noterete che essa risulterà molto più responsiva.

Come direbbero gli anglofoni: HTH (Hope That Helps) J