Nel post che vi accingete a leggere discuto della procedura consigliata da Microsoft per l’istallazione del Service Pack del Sistema Operativo Windows Server 2008 R2 in presenza di servizio failover cluster.

Sebbene la KB 174799 esponga i passi da effettuare utilizzando la terminologia tipica dei sistemi operativi antecedenti Windows Server 2008, la sequenza di azioni è similare a quella prevista per cluster basati su Windows Server 2008 R2. Infatti, nella sezione “Si applica a” dell’articolo, fanno bella mostra tutte le versioni, recenti e non, dei sistemi operativi enterprise:

image

Di seguito, riporto la procedura in questione con le modifiche relative al nuovo sistema operativo, corredate da alcuni screenshot.

Procedura generica* consigliata

Istallare sempre gli stessi Service Pack o hotfix su ogni nodo facente parte del cluster affinchè i server siano allineati allo stesso patching level.

  1. Controllare nell’event log ‘System’ dei nodi del cluster l’eventuale presenza di errori, assicurandosi che tutti i server coinvolti funzionino correttamente
    image
  2. Assicurarsi di avere un full backup dei nodi del cluster e un ERD (emergency repair disk) aggiornato. Ciò è utile nel caso in cui avvengano problemi durante l’esecuzione della procedura: in caso di corruzione di file, mancanza di energia elettrica, incompatibilità, etc. potrebbe essere necessario intervenire per il ripristino dello funzionante dei server.
  3. Aprire Failover Cluster Manager e nel panel di sinistra, sotto la voce “Nodes”, selezionare il primo nodo e dal menu contestuale metterlo in pausa.
    image
    image
    NOTA: in un mio precedente post del blog ho descritto le caratteristiche dello stato Pause di un nodo cluster; se interessati all’argomento, vi invito a leggerlo!
  4. In Failover Cluster Manager, selezionare ‘Services and applications’; nel panel centrale identificare i servizi/applicazioni che sono in carico al primo nodo e, se presenti, spostarli su un altro nodo
    image

    image
  5. Istallare il Service Pack sul primo nodo e riavviarlo.
  6. Verificare nell’event log ‘System’ l’eventuale presenza di errori; se presenti, eseguire il troubleshooting adatto affinchè essi vengano risolti prima di procedere con i successivi passi.
  7. In Failover Cluster Manager, selezionare il primo nodo e scegliere dal menu contestuale ‘Resume’
    image
  8. Eseguire i passi dal 3 al 7 sul secondo nodo del cluster, e così via per tutti i nodi restanti.
  9. Una volta istallato il service pack su tutti i nodi del cluster, spostare i gruppi di risorse sui nodi desiderati.

* NOTA: la procedura sopra descritta può essere usata per l’istallazione di un generico service pack tenendo sempre in considerazione le particolari indicazioni rilasciate con i singoli SP. Vi invito a verificare attentamente le note di rilascio del Service Pack specifico affinché le azioni particolari previste possano essere applicate correttamente.

Link utili

Post correlati

  • Windows Server 2008 R2–Differenze tra Pause/Resume di un nodo e Start/Stop del servizio failover cluster

 

Buona giornata Sorriso

Alessandro Caniglia
Support Engineer
Microsoft Enterprise Platform Support