Con l’uscita dei sistemi operativi Vista e Windows 2008 è stato introdotto un nuovo metodo di attivazione dei prodotti di tipo Volume Licensing chiamato Volume Activation (VA). Questo metodo di attivazione è differente da quanto utilizzato fino ad oggi con i vecchi sistemi operativi.

Per attivare un prodotto Volume Licensing ci sono due possibilità:

  • Multiple Activation Key (MAK)
  • Key Management Service (KMS)

MAK

Una chiave MAK è un normale “product key” con la particolarità di poter attivare una moltitudine di macchine diverse. I clienti con contratto Volume Licensing possono trovare questa chiave, e il numero di macchine attivabili associate, sul sito Volume Licensing Service Center (VLSC).

Questa chiave va inserita come “product key” su tutte le macchine.

KMS

KMS è sistema client-server che permette l’attivazione automatica di tutte le copie Volume Licensing della rete locale. Una macchina chiamata “server KMS” gestirà localmente le richieste e attiverà tutti i “client KMS” che ne faranno richiesta.

Il procedimento per creare questa infrastruttura è molto semplice, in quanto basta promuovere una macchina a “server KMS” installando la chiave KMS che si trova sul sito VLSC. I client KMS sono in grado di trovare il server KMS in maniera autonoma tramite una risoluzione DNS. I client KMS sono tutti i sistemi operativi in versione Volume Licensing.

Il semplice inserimento di questa chiave, trasforma la macchina in un server KMS, abilitando un processo in ascolto sulla porta 1688 e aggiungendo un record SRV nella zona DNS _vlmcs._tcp. Dopo l’inserimento della chiave, come primo passo bisogna assicurarsi che il server DNS sia stato aggiornato correttamente e che il firewall permetta la comunicazione su tale porta.

Un sistema operativo in versione Volume Licensing ha pre-installata una chiave generica che può essere attivata solamente da un server KMS. Per questo motivo, a differenza della chiave MAK la chiave KMS va inserita solamente su di una macchina.

Esistono diversi tipi di chiave KMS, vengono chiamati classi e dipendono dal sistema operativo del server KMS e dai sistemi operativi che si vogliono attivare. Informazioni dettagliate sulle differenze tra le varie classi le potete trovare a questo indirizzo: How to Choose the Right Volume License Key for Windows

E’ possibile convertire qualsiasi versione di un sistema operativo in Volume Licensing (KMS client) tramite l’inserimento della chiave generica (Converting MAK Clients to KMS and KMS Clients to MAK).

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il fatto che il server KMS inizia ad attivare le macchine solamente quando raggiunge una delle due soglie minime di richieste:

  • 25 sistemi operativi client
  • 5 sistemi operativi server

Per tutte le operazioni relative alla gestione delle licenze è possibile utilizzare il comando slmgr.vbs e i suoi parametri. Ad esempio:

  1. cscript c:\windows\system32\slmgr.vbs /dlv
    display dello stato di attivazione
  2. cscript c:\windows\system32\slmgr.vbs /ato
    inizia il processo di attivazione
  3. cscript c:\windows\system32\slmgr.vbs /ipk <product_key>
    inserisce un nuovo product key
  4. cscript c:\windows\system32\slmgr.vbs /skms kms_server_name
    imposta un server KMS specifico e non utilizza il discovery tramite DNS

Per concludere segnalo questo video, che riassume quanto detto in questo articolo e illustra come effettuare un primo troubleshooting dei problemi di attivazione.

Per maggiori informazioni:

 

Gianluca Bertelli
Support Engineer
Microsoft Enterprise Platform Support