Buon inizio di settimana a tutti. Qualche mese fa abbiamo iniziato ad introdurre le novità di Windows Intune, il servizio Microsoft basato sul cloud per la gestione dei computer e dei dispositivi degli utenti aziendali.

Da fine giugno le nuove funzionalità sono a disposizione dei clienti nuovi e di quelli esistenti, che consentono una migliore integrazione con Active Directory e che abilitano nuovi scenari per la gestione dei dispositivi aziendali. Trovate le novità di questa “release” riepilogate nella Product Guide.

Le nuove funzionalità di integrazione con Active Directory in particolare sono molto importanti, perchè consentono la creazione di regole e di policy basate sull’identità dell’utente che utilizza un dispositivo o sul Security Group di appartenenza. Questa visione “user-centrica” è simile a quella già adottata in System Center 2012, e consente di creare una infrastruttura dinamica, le cui regole di deployment delle applicazioni e impostazioni di sicurezza “seguono” l’utente qualsiasi dispositivo utilizzi: computer o dispositivo mobile.

Se prendiamo in considerazione le novità relative alla gestione dei dispositivi mobili, Windows Intune consente ora di eseguire il deployment di applicazioni iOS, Windows Phone e Android sui dispositivi degli utenti.

Windows Intune mette a disposizione dei dispositivi mobili un “Mobile Portal”, dove gli utenti possono vedere le applicazioni aziendali che sono state sviluppate e preparate per loro, e avviarne anche in autonomia l’installazione.

Windows Intune - Mobile Portal   Windows Intune - Mobile Portal

Windows Intune - Installazione App    Windows Intune - Installazione App

Trovate la documentazione su Windows Intune nella TechNet Library e nella guida online di Windows Intune. Su Channel 9 trovate le registrazioni delle sessioni su Windows Intune di TechEd che vi invito a seguire se volete approfondire il funzionamento di questo servizio cloud.

Vi ricordo che potete attivare una trial gratuita di 30 giorni, per poter provare il servizio e le sue funzionalità. Gli utenti che hanno attivo un abbonamento al servizio, possono già scaricare Windows 8 Enterprise per eseguirne l’installazione nei client coperti dall’abbonamento stesso.

Renato F. Giorgini