Uno dei componenti della piattaforma Windows Azure sono i servizi Windows Azure Media Services che consentono di effettuare direttamente dal cloud la creazione, la gestione, lo streaming e la delivery di contenuti multimediali su dispositivi e client Windows, Windows Phone, iOS, Android, Xbox, Flash, HTML5 e Silverlight.

Windows Azure Media Services

L’utilizzo di una piattaforma cloud-based consente non solo di fare “offloading” nel cloud di operazioni complesse e costose dal punto di vista computazionale come la conversione di formati video HD o la creazione di flussi a bitrate differenziati, ma anche di gestire lo storage dei contenuti e la loro distribuzione in ogni punto del mondo grazie all’utilizzo di reti Content Delivery Network – CDN dedicate e di codec standard come H.264 e AAC.

Durante le recenti Olimpiad di Londra Microsoft ha lavorato insieme ad Akamai, deltaTre, Southworks e altri Partner per creare una piattaforma di gestione e disitribuzione dei contenuti multimediali utilizzati da differenti Broadcaster, consentendo sia di abilitare scenari di live streaming adattativo (utilizzando le tecnologie di Smooth Streaming), sia gli scenari di Video On Demand – VOD.

Se siete curiosi di avere qualche dettaglio tecnico in più, vi invito a leggere il post di Scott Guthrie Windows Azure Media Services and the London 2012 Olympics .

Renato F. Giorgini