Un elemento importante relativo all’interoperabilità, alla semplificazione delle operazioni di gestione dello storage e al supporto per gli standard è l’implementazione in Windows Server 2012 e in System Center Virtual Machine Manager 2012 dello standard SMI-S.

SMI-S (Storage Management Initiative Specification) è uno standard multivendor che è stato scritto dalle Aziende che partecipano alla Storage Management Initiative (SMI) della SNIA in collaborazione con diversi Technical Working Group (TWG) e insieme ad altri enti preposti alla stesura di standard tecnici.

Obiettivo di questo standard è facilitare ed unificare la gestione dei dispositivi di storage e delle SAN, consentendo così la creazione di interfacce di gestione che supportano array e tecnologie di storage anche di vendor differenti. Se pensiamo all’utilizzo che viene fatto dello storage negli ambienti virtualizzati e nelle infrastrutture di Private Cloud possiamo capire l’importanza di questo standard e l’impatto positivo che ha dal punto di vista di chi deve gestire l’infrastruttura di storage.

Anche Microsoft partecipa ai working group della Storage Management Initiative, e questo ha portato all’implementazione in Windows Server 2012 e in System Center Virtual Machine Manager 2012 dello standard SMI-S: è ora quindi possibile eseguire il provisioning o la gestione di storage che supportano SMI-S in SCVMM o in Windows Server 2012.

Architettura componenti SMI-S e gestione storage in Windows Server 2012

Per attivare questa funzionalità in Windows Server 2012 è necessario andare nel Server Manager > Manage > Add Roles and Features > Features e aggiungere il componente Windows Standards-Based Storage Management che abilita la gestione di storage SMI-S.

Aggiunta componente gestione SMI-S in Windows Server 2012Per poter gestire lo storage tramite questo protocollo, oltre ad aggiungere la feature al server che utilizzeremo per gestire l’infrastruttura di storage, è anche necessario configurare e registrare i Provider SMI-S rilasciati dal vendor dello storage e che implementano le funzionalità di gestione e provisioning specifiche di quello storage e le espongono tramite i comandi, le classi e i profili definiti nello standard.

Una volta attivata la feature di Windows Server e registrati i provider necessari è possibile utilizzare le normali funzionalità di gestione dello storage integrate nel Server Manager o le cmdlet PowerShell dedicate.

Se avete uno storage che supporta SMI-S vi invito quindi a scaricare Windows Server 2012 e a provare questa nuova funzionalità.

Come sempre vi segnalo dei link di studio e di approfondimento:

Renato F. Giorgini Segui i miei update su Twitter