Identificare, classificare in modo consistente e proteggere i dati aziendali che risiedono sui diversi file server aziendali è un’attività onerosa e difficile che può richiedere tool dal costo elevato.

Per supportare questa attività, è stata appena annunciata la versione beta del Data Classification Toolkit for Windows Server 2008 R2.

L’utilizzo efficace di tool di classificazione dei dati prevede un’accurata pianificazione in tre aree critiche:

  • Identificazione di un’appropriata tassonomia
  • Implementazione di appropriati controlli
  • Identificazione dei documenti e delle locazioni a cui applicare la classificazione

Lo scopo del Data Classification Toolkit for Windows Server 2008 R2 è aiutare le organizzazioni a identificare, classificare in modo consistente e proteggere i dati che risiedono sui diversi file server presenti in azienda.

Lo strumento usa la sua “conoscenza nativa” per fornire visibilità sulla distribuzione dei dati aziendali e aiutare ad applicare correttamente le policy, proteggere i  dati critici ed individuare eventuali problemi di efficienza dello storage.

Il tool si integra con System Center Service Manager per aiutare a mappare le indicazioni di varie organizzazioni (HIPAA o PCI DSS per esempio) ed implementare i controlli richiesti.

E’ possibile aderire al programma di test su Microsoft Connect e quindi scaricare i bit della beta per poterla provare in azienda.

Buona giornata

Giorgiofull_purple