Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1Come abbiamo già fatto in passato per il rilascio di Windows Vista SP1, abbiamo deciso di raccogliere in una FAQ le domande frequenti che abbiamo visto online o che ci sono state fatte relativamente al Service Pack 1 di Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Anche in questo caso il post sarà aggiornato man mano che saranno disponibili ulteriori informazioni o per rispondere alle vostre domande!

Vi invitiamo anche a seguirci nella nostra pagina Facebook: facebook.com/TechNetItalia.

[ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2011]

Da quanto è disponibile il Service Pack 1 di Windows 7?

Il 9 febbraio 2011 è stato annunciato l’RTM – Release to Manufacturing del Service Pack 1 di Windows 7 e Windows Server 2008 R2. Nel novembre 2010 era stato preannunciato il rilascio entro il primo trimestre del 2011.

La disponibilità del Service Pack per il download pubblico è avvenuta in queste date:

  • 16 febbraio: il Service Pack disponibile per il download per gli abbonati TechNet e MSDN e per i clienti con contratto Volume Licensing;
  • 22 febbraio: il Service Pack disponibile su Windows Update e Download Center per il download da parte di tutti i clienti.

Potete installare il Service Pack direttamente da Windows Update (in questo caso sarnno scaricati solo gli aggiornamenti mancanti al PC), oppure scaricare dal Download Center Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1 con il package completo.

Il Service Pack 1 è disponibile solo per Windows 7?

No, come è già avvenuto con Windows Vista e Windows Server 2008, il Service Pack 1 è comune tra Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Cosa contiene il Service Pack 1?

Nel Service Pack 1 sono inclusi i fix, gli aggiornamenti e gli update finora rilasciati per Windows Server 2008 R2 e Windows 7 e in più ulteriori aggiornamenti non ancora rilasciati pubblicamente. Sono introdotte inoltre due nuove tecnologie: RemoteFX e Dynamic Memory. 

Quali sono i prerequisiti necessari per l’installazione del Service Pack 1?

L’aggiornamento KB947821 consente di prevenire eventuali problemi ed inconsistenze degli strumenti di servicing/aggiornamento di Windows.

Potete scaricare l’aggiornamento KB947821 direttamente da Windows Update o a partire da questi link:

Cosa è consigliato fare prima di procedere con l’installazione del Service Pack 1?

Prima di installare il Service Pack 1 è necessario verificare di avere lo spazio libero su disco necessario per l’installazione (trovate nella domanda sotto tutti i dettagli).

Come sempre, è preferibile eseguire prima un backup del proprio PC, e consiglio a tutti gli utenti non esperti di leggere la guida su come installare Windows 7 SP1.

E’ consigliabile anche eseguire il System Update Readiness Tool che consente di rilevare dei potenziali problemi prima dell’installazione del Service Pack ed eventualmente anche lo Strumento di Controllo dei Files di Sistema che consente di verificare se nel computer sono presenti dei file di sistema corrotti.

Quanto spazio su disco devo avere a disposizione per installare l’SP1?

Durante l’installazione del Service Pack 1 è necessario avere nell’hard disk alcuni GB liberi, necessari per la decompressione dei file del Service Pack, la gestione dei file temporanei, la memorizzazione delle impostazioni per l’eventuale disinstallazione del Service Pack.

I requisiti dello spazio disco necessario variano a seconda della modalità di installazione del SP1 e del prodotto:

  • Windows 7
    • Service Pack installato tramite Windows Update
      • Sistema operativo a 32 bit: 1.5 GB
      • Sistema operativo a 64 bit: 2.6 GB
    • Service Pack installato tramite package stand-alone:
      • Sistema operativo a 32 bit: 1.8 GB
      • Sistema operativo a 64 bit: 3.3 GB
  • Windows Server 2008 R2
    • Service Pack installato tramite Windows Update
      • Sistema operativo a 64 bit: 2.5 GB
      • Sistema operativo per IA64 (Itanium): 2.3 GB
    • Service Pack installato tramite package stand-alone:
      • Sistema operativo a 64 bit: 3.3 GB
      • Sistema operativo per IA64 (Itanium): 2.8 GB

Internet Explorer 9 è incluso nel Service Pack 1?

No, Internet Explorer 9 non è incluso nel Service Pack 1 di Windows 7 e Windows Server 2008 R2. Questa scelta è stata fatta per dare agli utenti la possibilità di scegliere se installare solo il Service Pack 1 o solo Internet Explorer 9 o entrambi i prodotti, senza costringerli ad una scelta obbligata. Internet Explorer 9 è già stato scaricato da oltre 23 milioni di persone, introduce notevoli novità dal punto di vista delle performance del Browser e del supporto ai moderni standard web, come HTML 5 e CSS3 e offre funzionalità pensate per aumentare la privacy e la sicurezza degli utenti.

Trovate le indicazioni per scaricare e provare Internet Explorer 9 in questo post e potete approfondire le novità e il funzionamento di Internet Explorer 9 in questo post.

Potete anche integrare Internet Explorer 9 in una immagine WIM esistente di Windows 7 e Windows Server 2008 R2 con o senza SP1 seguendo le nostre indicazioni.

Quali sono gli hotfix e i security update inclusi nel Service Pack 1?

La lista degli hotfix, delle patch, degli aggiornamenti e dei security update inclusi nel SP1 è scaricabile dalla documentazione online di Windows 7.

Quali saranno le opzioni a disposizione per effettuare l’installazione del Service Pack 1?

Le opzioni a disposizione sono essenzialmente tre:

  • Download tramite Windows Update – In questo modo non vengono scaricati nuovamente gli aggiornamenti già installati nel sistema
  • Modalità stand-alone: download dei singoli package di aggiornamento, separati per le versioni a 32 bit e a 64 bit;
  • Download di una ISO che contiene i package di aggiornamento per tutte le piattaforme supportate (32 bit, 64 bit, IA 64).

A queste tre opzioni si dovrebbe aggiungere una quarta opzione dedicata ai clienti Volume Licensing, a chi ha una sottoscrizione MSDN o un abbonamento TechNet Plus che consiste nella possibilità di scaricare le ISO di Windows 7 e di Windows Server 2008 R2 con il Service Pack 1 integrato.

Gli eseguibili per l’installazione del Service Pack 1 sono validi sia per Windows 7 che per Windows Server 2008 R2.

Cos’è RemoteFX?

RemoteFX è una tecnologia che estende il protocollo RDP, pensata per gli ambienti Remote Desktop Services (aka Terminal Services) e gli scenari Virtual Desktop Infrastructure – VDI.

Remote FX consente di sfruttare la potenza di codec avanzati e di risorse grafiche virtualizzate per ricreare, nelle sessioni Remote Desktop, l'esperienza d'uso che si ha sui PC con l'accellerazione grafica assistita da hardware, compreso il supporto 3D e Windows Aero.  Potete vedere un’anteprima di RemoteFX in questo video con Michael Kleef.

L’utilizzo di questa tecnologia è pensato in particolare per quegli scenari VDI in ambiente LAN in cui si vuole offrire agli utenti che si connettono ad una macchina VDI la “Windows Experience” completa, senza compromessi dal punto di vista delle funzionalità. Citrix ha sottoscritto un accordo di interoperabilità insieme a Microsoft e per garantire l'interoperabilità della sua tecnologia Citrix HDX (High Definition User Experience) con RemoteFX, entro sei mesi dal rilascio di quest'ultimo.

Nella library TechNet trovate la documentazione tecnica su RemoteFX.

Cos’è Dynamic Memory?

Dynamic Memory è una tecnologia per la gestione della memoria delle macchine virtuali eseguite su Hyper-V R2.

Consente di assegnare ad una macchina virtuale un valore minimo e uno massimo di RAM. Lo stack di virtualizzazione si occupa di modificare dinamicamente la quantità di RAM disponibile alle diverse VM in base al range definito e all'effettivo uso che viene fatto dalla VM. In questo modo si ottiene una maggiore flessibilità di gestione e una maggiore densità di VM per host (fino al 40%) garantendo performace adeguate.

Per maggiori informazioni potete fare riferimento al post di Jeff Woolsey: Dynamic Memory coming to Hyper-V,  al video di Giorgio: Windows Server 2008 R2 SP1 – Dynamic Memory e alla documentazione online di Windows Server 2008 R2.

Ho già una immagine aziendale WIM di Windows 7. Come faccio ad integrare il Service Pack 1?

È possibile integrare il Service Pack 1 in una immagine WIM esistente di Windows 7 e/o Windows Server 2008 R2 eseguendo la manutenzione online dell’immagine.

Sarà necessario quindi applicare l’immagine ad una macchina (ad esempio virtuale), effettuare l’installazione del Service Pack e la verifica del corretto funzionamento della macchina e quindi eseguire nuovamente la cattura dell’immagine.

Per approfondire l’argomento, nella Library TechNet trovate questi articoli:

Ho installato la Beta o la Release Candidate del Service Pack 1. Come faccio ad installare la versione finale del Service Pack1?

Prima di effettuare l’installazione della versione finale del Service Pack 1 è necessario disinstallare eventuali versioni di prova (Beta, Release Candidate, etc.) installate in precedenza.

Per rimuovere la Beta o la Release Candidate del SP1 è necessario andare su Pannello di Controllo > Programmi > Vedi aggiornamenti installati > Microsoft Windows e rimuovere la versione non-finale del service Pack 1.

Quando scade la Release Candidate del SP1?

La Release Candidate di Windows 7 Service Pack 1 funzionerà fino al 30 novembre 2011. È necessario eseguire prima di quella data o la reinstallazione del sistema o la rimozione della Release Candidate (ed eventualmente l’installazione della versione finale del Service Pack 1).

Da dove posso scaricare i Service Pack di Windows 7, Windows Vista e Windows XP?

Nel Service Pack Center potete trovare i link con le informazioni e i download dei Service Pack finora rilasciati per Windows 7, Windows Vista e Windows XP.

Non ho ancora provato Windows 7. Posso scaricarlo gratuitamente e provarlo?

Certo, è possibile scaricare gratuitamente per 90 giorni la versione di Windows 7 Enterprise, che come la Ultimate include tutte le funzionalità del prodotto. La versione di valutazione di 90 giorni viene fornita per un periodo e una quantità limitati. Sarà possibile eseguire il download fino al 29 aprile 2011, fino a esaurimento.

Esistono anche dei download dedicati per gli abbonati al Partner Program, gli sviluppatori con abbonamento a MSDN, i professionisti IT con abbonamento a TechNet Plus e i Clienti con contratto multilicenza e clienti Software Assurance .

Vorrei provare Windows 7 senza doverlo installare su macchine fisiche o virtuali. Cosa posso fare?

I Virtual Lab TechNet mettono a disposizione un ambiente virtualizzato, ospitato nel cloud, in cui è possibile provare il funzionamento di Windows 7 senza la necessità di installarlo nelle macchine della propria infrastruttura.

Quali sono i requisiti minimi di sistema di Windows 7?

I requisiti minimi di sistema di Windows 7, validi anche per il Service Pack 1, sono:

  • Processore a 32 bit (x86) o 64 bit (x64) da 1 GHz o superiore;
  • 1 GB di RAM (versione a 32 bit) / 2 GB di RAM (versione a 64 bit);
  • 16 GB di spazio disponibile sul disco (versione a 32 bit) / 20 GB (versione a 64 bit);
  • Processore grafico DirectX 9 con driver WDDM 1.0 o superiore;
  • Unità compatibile con DVD;
  • Accesso a Internet (potrebbero essere applicati costi aggiuntivi) .

Alcune funzionalità di prodotto di Windows 7, ad esempio BitLocker, la capacità di vedere e registrare programmi TV o di navigare tramite “tocco”, potrebbero richiedere hardware avanzato o aggiuntivo.

Windows XP Mode richiede 1 GB di RAM aggiuntivo e 15 GB di spazio disponibile su disco. Online trovate ulteriori dettagli sui requisiti di sistema di Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Ho installato il Service Pack 1 ma ho dei problemi. A chi posso rivolgermi?

I professionisti IT possono utilizzare il forum TechNet Italiano dedicato a Windows 7 per segnalare eventuali problemi e chiedere supporto ad altri colleghi, MVP e consulenti.

Gli utenti “Home” possono usare il forum Italiano di Microsoft Answers su Windows 7.

Esiste della documentazione specifica sul Service Pack 1?

Sì, su TechNet ci sono dei documenti relativi a Windows 7 e Windows Server 2008 R2 SP1:

Che strumenti ho per approfondire il funzionamento di Windows 7?

Sono molte le risorse che TechNet mette a disposizione dei professionisti IT, dei consulenti e dei sistemisti che lavorano su Windows 7. In particolare ti segnialiamo:

Esistono dei video di formazione in italiano su Windows 7?

Certo, su BE IT, il portale video dedicato a professionisti IT e sviluppatori ci sono molti video tecnici su Windows 7.

Ti segnaliamo in particolare la registrazione dell’evento che abbiamo tenuto in streaming da SMAU:

Sono disponibili anche le registrazioni delle sessioni dell’evento di lancio di Windows 7 e Windows Server 2008 R2:

Ci sono strumenti che mi consentono di vedere se sono preparato a distribuire Windows 7 nella mia azienda e che mi segnalano eventuali aree di approfondimento con le relative risorse?

Il Windows 7 Deployment Learning Portal è pensato per offire a consulenti e professionisti IT degli strumenti per identificare se sono preparati per supportare i propri clienti e la propria azienda nella distribuzione di Windows 7, e contiene i link ad ulteriori risorse di approfondimento e di studio.

Che risorse ho a disposizione per affrontare eventuali problemi di compatibilità delle applicazioni più datate su Windows 7?

Windows 7 è pensato per ridurre al minimo eventuali problemi di compatibilità tra le applicazioni esistenti e il sistema operativo.

Nel caso in cui siano presenti in Azienda delle applicazioni legacy che hanno dei problemi di funzionamento con Windows 7, ci sono una serie di strumenti che ci sono di aiuto nel risolvere gran parte di essi. Alcuni di questi strumenti sono pensati per gli scenari home e consumer, altri sono specifici per gli scenari aziendali:

Tra i video di BE IT trovate anche una serie di video dedicati ai temi della compatibilità delle applicazioni:

Esiste una guida a Windows 7 che possono utilizzare anche gli utenti della mia azienda?

Certo, la Guida a Windows 7 pubblicata su HTML.IT da Adriano Arrigo, MVP di Windows Client e Springboard Technical Series Program (STEP) Member, può essere uno strumento utile per spiegare le funzionalità base di Windows 7 agli utenti della tua azienda.

Quali sono gli strumenti che come professionista IT posso usare per la distribuzione di Windows 7 in azienda?

Gli strumenti che i professionisti IT possono usare durante le differenti fasi del processo di migrazione da Windows XP a Windows 7 sono molteplici. In particolare vi segnaliamo:

A questi strumenti è possibile affiancare i prodotti della famiglia System Center:

Voglio avere maggiori informazioni sul licensing di Windows 7. Dove posso trovare informazioni?

Su BE IT trovi un video dedicato proprio agli scenari di utilizzo e al licensing di Windows 7 e nel sito US trovate anche una guida alle licenze di Windows 7 e in Italiano potete trovare il Microsoft License Advisor.

Renato F. Giorgini Segui i miei update su Twitter