Ieri sono stati annunciati una serie di strumenti nuovi (o rinnovati) pensati per chi lavora a siti web e ad applicazioni web, e integrati con la versione 3 del Web Platform Installer. Riprendo il post di Pietro sull’argomento per riportarvi le notizie che penso possano esservi più utili.

IIS 7.5 Express

Una versione di IIS pensata per lo sviluppo, facile da usare come l’ASP.NET Developer Server di Visual Studio ma funzionalemente simile a IIS 7.5.  Non richiede diritti di amminstratore per la gestione, supporta SSL, il modulo di URL Rewrite, FastCGI per PHP e funziona per Windows XP. Potete già utilizzare IIS 7.5  integrato in Visual Studio 2010 installando la beta della SP1 di Visual Studio 2010.

SQL Server Compact Edition 4

Un motore per database, gratuito, che consente la gestione di database salvati in file .sdf senza richiedere l’installazione di servizi. Semplicemente basta copiare nella directory \bin i binari, senza richiedere l’uso di  diritti di amminstratore e inoltre può essere utilizzato con applicazioni in medium-trust. Anche per questo componente sarà integrato il supporto in Visual Studio 2010 con il SP1.

ASP.NET MVC 3

ASP.NET MVC 3 è la naturale evoluzione delle versioni 1.0 e 2.0 ed è da oggi disponibile per tutti in RTM e scaricabile da qui. L’aggiornamento dalle versioni precedenti è semplice e può essere fatto in modo manuale o usando un Upgrade Tool.

Orchard 1.0

Orchard è un nuovo CMS e Blog Engine Open Source costruito con ASP.NET MVC 3, Razor, SQL CE 4 e disponibile nella Web Application Gallery e installabile con il Web Platform Installer.

WebMatrix

Un nuovo tool gratuito, che rende facile creare un sito da zero oppure partendo da un’applicazione della Web Gallery, che ne consente una facile installazione da un hoster. Questo nuovo tool va ad indirizzare gli scenari di sviluppo in cui si vuole giungere rapidamente alla realizzazione di un sito web e avere strumenti facili ed immediati da utilizzare.

Spero che le informazioni vi siano utili. Buon download!

Renato Segui i miei update su Twitter