SQL AzureSQL Azure è uno dei componenti della piattaforma Windows Azure, e consente di ospitare nel Cloud database relazionali fino a 50 GB, gestibili da remoto con strumenti come il “Project Huston” e sincronizzabili con database locali tramite SQL Azure Data Sync.

Sicuramente nelle nostre aziende esistono già delle applicazioni, aziendali o dipartimentali, basate su SQL Server oppure su Microsft Access o anche MySQL. Per facilitare la migrazione dei dati da queste soluzioni “on-premise” a delle soluzioni basate sul Cloud possono venirci incontro le differenti versioni del SQL Server Migration Assistant.

La versione 4.2 del SQL Server Migration Assistant for Access cosente ora di migrare soluzioni basate su Access (dalla versione 97 in avanti) verso istanze di SQL Server on-premise all’interno della nostra azienda o direttamente verso SQL Azure.

La migrazione riguarda sia la struttura del database che i dati in esso contenuti, e una volta terminata la migrazione sarà comunque possibile continuare ad utilizzare Access (o le applicazioni basate sul runtime di Access) come frontend per accedere ai dati “spostati” su SQL Azure e SQL Server, e sfruttare così le funzionalità offerta da architetture maggiormente scalabili ed efficienti.

In modo simile a quanto è possibile fare con Access, il SQL Server Migration Assistant for MySQL consente di migrare database e dati contenuti in istanze di MySQL 4.1 o superiori verso SQL Azure e SQL Server (2005, 2008, 2008 R2).

Se state provando SQL Azure (o se pensate di provarlo a breve) ricordatevi di provare anche questi due strumenti, per migrare in modo più rapido e più efficiente le vostre soluzioni e i vostri dati verso il Cloud.

Renato Segui i miei update su Twitter