Microsoft Office 2010 Quando abbiamo steso l’agenda della SharePoint & Office Conference, abbiamo pensato che era importante dedicare una sessione al deployment e alla personalizzazione di Office 2010 in azienda, considerando anche le novità relative al deployment con Application Virtualization.

Ormai siamo a pochi giorni, quasi a poche ore, dall’inizio della SharePoint & Office Conference, il 9 marzo al Centro Congressi Milanofiori, e volevo condividere con voi alcuni dei contenuti della sessione.

Agenda sessione SP Conference

Una delle novità di Office 2010 è il rilascio di una versione nativa a 64 bit. Questa versione è pensata in particolare per quegli scenari in cui è necessario sfruttare al meglio lo spazio di indirizzamento di memoria offerto dalle architetture a 64 bit, ad esempio per consentire in Excel il caricamento di file di grandi dimensioni (> 2 GB!). Ovviamente il deployment della versione a 64 bit porta con sè delle valutazioni che fanno fatte dal punto di vista della compatibilità di add-in e sviluppi custom in VBA, che in questo caso vanno modificati tenendo in considerazione tecnologie come la Data Execution Prevention, il cui enforcement avviene anche via hardware.

Con i partecipanti della Conference vedremo poi il nuovo modello di attivazione per le versioni aziendali di Office 2010, che utilizza tecnologie come il Key Management Service (KMS) o le Multiple Activation Key (MAK) e l’attivazione tramite Volume Activation Management Tool (VAMT).

Per chi è ancora fermo ad Office 2003, gli strumenti come l’Office Migration Planning Manager (OMPM) consentono di fare un assessment sui file presenti nei computer degli utenti, nelle share di rete, nei siti SharePoint (e WebDav) per rilevare in anticipo possibili problemi di compatibilità con la nuova versione di Office e pianificare così le eventuali azioni corretive.

Passando poi alla distribuzione vera e propria di Office 2010, vedremo come l’Office Customization Tool (OCT) e il file Config.XML ci consentano di “personalizzare” l’installazione di Office (ad esempio con componenti/prodotti differenti per team di lavoro differenti) e la configurazione delle applicazioni Office, che saranno poi distribuite ad esempio con prodotti come System Center Configuration Manager o System Center Essential, oppure tramite Script di avvio legati alle GPO.

Nicola Ferrini poi mostrerà come sfruttare le funzionalità offerte da App-V, Microsoft Application Virtualization, per la distribuzione e l’aggiornamento dei prodotti Office 2010 sia sui client aziendali che su i server con i Remote Desktop Services di Windows Server 2008 R2.

La parte finale della sessione sarà dedicata alla configurazione e al lockdown di Office 2010 tramite le Group Policy, che adottano ora il nuovo formato ADMX introdotto con Windows Vista per gli Administrative Templates.

SharePoint Conference Certo, per 75 minuti gli argomenti da trattare sono davvero tanti, ma con Nicola faremo il possibile per tenere alta l’attenzione dei partecipanti alla conferenza e possibilmente, rispondere a tutte le loro domande!

Se non avete ancora impegni per i prossimi giorni :) siete sempre in tempo per iscrivervi e partecipare! Oltre alla nostra sessione ce ne sono molte altre interessanti che vi aspettano!

(E poi, la sera del 10, dopo la nostra sessione ci sarà la serata SharePint con gli speaker e tutti i partecipanti!)

Renato