web hit counter
Notizie dal Microsoft Management Summit 2009 - Blog TechNet Italia - Site Home - TechNet Blogs

Blog TechNet Italia

Il blog italiano dedicato ai sistemisti e ai professionisti IT

Notizie dal Microsoft Management Summit 2009

Notizie dal Microsoft Management Summit 2009

  • Comments 1
  • Likes

Il 27 Aprile a Las Vegas si è aperto il Microsoft Management Summit 2009, la conferenza Microsoft dedicata alle tecnologie, ai processi e a ai prodotti per la gestione delle infrastrutture IT, arrivata al decimo anno di vita.

Come al solito in queste occiasioni durante la keynote ci sono stati degli annunci che mi sembra valga la pena sottolineare.

Il primo che voglio evidenziare riguarda la vision di Microsoft relativa al cloud computing.

Durante il suo speach Bob Kelly ha prima definito il cloud come un’infrastruttura fornita come servizio e quindi ha individuato due implementazioni di questa definizione:

  • Private cloud: applicazioni eseguite tradizionalmente su server interni all’azienda ma in infrastrutture che utilizzano la virtualizzazione, strumenti e processi di gestione automatizzata e modelli di utility-billing. Hyper-V, MED-V, App-V e la famiglia di prodotti System Center sono i componenti usabili dalle aziende per costruire un private cloud basato su tecnologia Microsoft.
  • Public cloud: sono infrastrutture fornite come servizi da terze parti che le aziende possono utilizzare esternalizzare “commodity application”. Windows Azure e gli online services di Microsoft ricadono in questa categoria di servizi.

Nell’ambito del cloud computing (private e public) le novità annunciate al MMS2009 sono:

  • Dynamic Datacenter Toolkit for Enterprise e Dynamic Datacenter Toolkit for Hoster: si tratta di un insieme di risorse (architetture di riferimento, best practice, guide al deployment: solution accelerator) messi a disposizione delle aziende e degli hoster per costruire dei private cloud basati su System Center e Windows Server 2008 Hyper-V in grado di fornire risorse di calcolo on-demand completamente gestite e fortemente automatizzate.
  • System Center Online Desktop Manager: un tool integrato di sicurezza e gestione dei desktop offerto come servizio on line (con modello a sottoscrizione) e che sarà disponibile in beta entro la fine dell’anno.
  • Microsoft Forefront Online Security for Exchange: un servizio on line per la proteggere da spam, malware e violazione delle policy l’infrastruttura aziendale di messaggistica.
  • “Geneva” Server beta 2: “Geneva” è la nuova versione di Active Directory Federation Service e fornisce importanti novità rispetto a questo. Si tratta di un servizio che consente di implementare la federazione tra organizzazioni diverse e implementare la Claim Based Authentication basandosi su un insieme di standard quali WS-Truste, WS-Federation, WS-MetadataExchange, SAML 2, ecc. Nelle prossime settimane sarà disponibile la beta due del prodotto.
  • Microsoft Business Productivity Online Suite (BPOS): software di classe enterprise per la collaborazione e la comunicazione offerti come servizio on line a sottoscrizione ora disponibile in 19 nazioni.
  • System Center Operations Manager 2007 R2: la versione definitiva è prevista entr 60 giorni.

A proposito di SCOM2007 R2 è stata fatta un’interessante demo relativa all’integrazione tra questo prodotto e Microsoft Office Visio.

Vi riporto la cronaca della demo di Edwin Yuen fatta dal mio collega Dale Koetke (Senior Program Manager - SCOM) :

Il diagramma Visio del mio datacenter… interessante, ma non molto utile…

clip_image001

Con l’aggiunta di Visio Add-in for System Center Operations Manager 2007 R2 posso traformare il diagramma in una mappa dinamica, una dashboard, dello stato stato di salute dei server nel mio datacenter….

clip_image001[5]

Navigando nella mappa è possibile vedere i singoli rack e i server contenuti in ciascuno. Le informazioni fornite da Visio arrivano direttamente da SCOM2007

clip_image001[7]

Facendo uno zoom sul rack posso vedere qual’è il server che dei problemi, in questo caso un server Dell

clip_image001[9]


A questo punto Edwin Yuen ha aperto la console di gestione di SCOM2007R2 ed è intervenuto sul server in errore. Certo sarebbe stato meglio poter aprire la console di SCOM2007R2 direttamente da Visio e direttamente con le informazioni sul server in errore… questo è nella roadmap e quindi tra un po’ lo avremo

Risorse:

A presto e buona giornata

Giorgio

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment