HPC Server 2008In questi giorni ho letto le notizie relative a Roadrunner e a Jaguar, i due supercomputer che si contendono la prima posizione del “Supercomputer più veloce al mondo”, e questa mattina ho avuto il piacere di leggere una notizia molto interessante.

Windows HPC Server 2008 fa il suo ingresso ufficiale nella Top10 dei Supercomputer al mondo, con un cluster di calcolo davvero niente male:

  • Potenza di calcolo parallela calcolata con Linkpack: 180.6 TeraFlops
  • Efficienza del sistema: 77.5%
  • Numero di nodi: 1920
    • 4 Processori AMD Opteron Quad Core (Barcelona) a 1.9 GHz  per nodo, per un totale di 30.720 CPU Core
  • Storage complessivo: 120 Tb (160 Gb per ogni nodo)

Certo, il cluster di calcolo è relativamente piccolo, considerando che ha 30.720 Core mentre Roadrunner ne ha 129.600 e Jaguar 150.152, ma le performance sono già di tutto rispetto.

Il Supercomputer si chiama “Dawning 5000A” ed è stato realizzato da una azienda cinese, la Dawning, specializzata in soluzioni di super-computing, per lo Shanghai Supercomputer Center :

Il percorso di Windows nei Supercomputer tracciati da Top500.org è iniziato nel giugno 1996, con un cluster dell’NCSA da 896 core con una potenza complessiva di 4.1 TeraFlops, 130esimo nella classifica dei Top500. A novembre 2007 un cluster interno Microsoft, che utilizzava una beta di Windows HPC Server 2008, con 2048 core raggiungeva gli 11.8 TeraFlops e migliorava di 2 TeraFlops le performance di Windows HPC Server 2003. A giugno 2008 un nuovo cluster dell’NCSA, con 9472 core e una efficienza del 77.7% saliva alla 23esima posizione della classifica dei Top500, con un risultato di 68.5 TeraFlops.

La soluzione basata su Windows HPC Server 2008 oltre alle performance davvero notevoli ha dei vantaggi dal punto di vista della facilità di gestione e degli strumenti di sviluppo. Tutta l’architettura è basata infatti su piattaforma Windows, e questo è sicuramente un vantaggio per chi andrà a gestire il cluster di supercomputer, dal punto di vista della semplicità e dalla familiarità degli strumenti di gestione.

Chi sviluppa poi soluzioni e software per piattaforme di supercomputing, può utilizzare i tool e gli strumenti di sviluppo di Visual Studio per creare soluzioni che sfruttano le architetture Windows per il Parallel Computing. Proprio a metà ottobre Ferrari ha annunciato l’utilizzo di Windows HPC Server 2008 nel suo centro di calcolo, e molte altre aziende stanno adottando le soluzioni Windows HPC Server 2008.

Se siete interessati alle soluzioni HPC vi segnalo questo documento, che spiega la configurazione dei nodi per i test Top500 e vi ricordo che se state pianificando di costruire una piattaforma di high-performance computing, il programma IT Pro Momentum vi può offrire in fase di pianificazione e di deployment delle risorse utili di supporto.

Renato