Secondo giorno di TechEd. Sono qui al desk degli "Expert" di Internet Explorer 7.0 e volevo darvi qualche impressione su come stanno procedendo queste giornate.

Passati gli annunci di ieri, è stata molto interessante la sessione di approfondimento sul Resource Governor di SQL Server 2008, mentre non mi ha colpito particolarmente quella relativa alle novità di Windows Server 2008 che almeno per me erano già note.

Stamattina invece sono saltato dalla sessione su Windows SharePoint Services 3.0 a quella sul Desktop Search 4.0, ma devo dire che in entrambe mi aspettavo qualcosa di più. In ogni caso: Windows SharePoint Services 3.0 verranno tolti dalla RC1 come ruolo di Windows Server 2008 ma saranno disponibili come download separato (gratuito).

Sia Office SharePoint Server 2007 che Windows SharePoint Services 3.0 avranno bisogno della SP1 per potersi installare su Windows Server 2008 (l'installazione viene bloccata dal sistema se la versione che stiamo installando non ha la SP1 integrata - slipstreamed).

Per quanto riguarda il motore del Desktop Search arriveranno una serie di novità che ridurranno sia il traffico verso Exchange durante l'indicizzazione della mailbox (sfruttando ad esempio la copia Outlook Cached Mode) sia l'utilizzo del disco, e permetteranno a terze parti di collegarsi al nostro motore di search per sfruttarlo ed estenderlo.

Molto interessante la sessione di Mark Minasi sulle novità del DNS in Windows Server 2008, in particolare le funzionalità di Background Zone Loading che permettono in ambienti AD/DNS molto grandi di velocizzare il carimento di AD e del DNS durante il boot (o reboot) del DC.

Interessante anche la possibilità, tramite ADSIEDIT di modificare i permessi di un Read-Only Domain Controller per autorizzare la modifica dei record DNS e i GlobalNames che facilitano la migrazione da una infrastruttura DNS/WINS ad una DNS-Only.

Search e filtri nelle Policy

Aggiornamento in diretta dalla sessione sulle Group Policy!

Due funzionalità in arrivo con Windows Server 2008. La prima si chiama "Starter GPO", e permette di creare dei modelli/baseline di GPO su cui poi costruirne altre, che ereditano i setting definiti nella "Starter GPO" di base. Microsoft renderà disponibili delle GPO di baseline che potranno essere ulteriormente personalizzate.

Possibilità di filtrare le GPO e di cercare al loro interno. E' ora possibile impostare dei filtri (in fase di editing di una policy) che ci permettono di ricercare all'interno dei setting disponibili keyword, parametri configurati, eventuali commenti, i prodotti a cui la policy è applicata e così via! Davvero utilissimo per gli amministratori.

Bella anche la possiiblità di inserire die commenti sia a livello di GPO che di singolo setting configurato all'interno della Policy.

Interviste

Su http://www.mseventseurope.com/teched/07/itforum/news/Pages/day1.aspx trovate il primo set di interviste (Tony & Daniel sono due Evangelist IT Pro olandesi!). Sono in inglese, ma vi invito a vederle perchè sono interessanti!

Renato