web hit counter
Microsoft e la virtualizzazione - (by Alessandro Perilli) - Blog TechNet Italia - Site Home - TechNet Blogs

Blog TechNet Italia

Il blog italiano dedicato ai sistemisti e ai professionisti IT

Microsoft e la virtualizzazione - (by Alessandro Perilli)

Microsoft e la virtualizzazione - (by Alessandro Perilli)

  • Comments 2
  • Likes

Sul suo blog dedicato alla virtualizzazione Alessandro Perilli ha pubblicato un interessante articolo (in inglese) che vi voglio segnalare.

Non condivido la visione di Alessandro relativamente a due cose:

  1. la non competitività della prima versione di Windows Server Virtualization con VMWare ESX (francamente non capisco come possa sostenere questa tesi rispetto ad un prodotto non ancora rilasciato)
  2. la minore possibilità di penetrazione di Windows Server Virtualization nel mercato delle aziende enterprise rispetto al mercato delle piccole e medie aziende (io ho parlato con un po' di aziende enterprise illustrando Windows Server Virtualization e ho riscontrato notevole interesse).

A mio avviso nel mercato enterprise la vera differenza la fanno i tool di gestione e l'integrazione della soluzione di virtualizzazione con il resto dell'infrastruttura informatica dell'azienda.

Credo che su questi due temi la storia che Microsoft può raccontare sia veramente completa e a mio avviso accattivante:

  • integrazione con Active Directory
  • gestione dell'infrastruttura di virtualizzazione con SC Virtual Machine Manager 2007
  • monitoring dell'infrastruttura fisica e virtuale con SC Operations Manager 2007
  • integrazione di SC Virtual Machine Manager 2007 e SC Operations Manager 2007 per la gestione dinamica dell'infrastruttura virtuale
  • gestione della configurazione dell'infrastruttura fisica e virtuale con SC Configuration Manager 2007
  • Condivido invece le altre tesi di Alessandro relative ai mercati medi e piccoli

Trovate l'articolo completo di Alessandro a questo link: http://www.virtualization.info/2007/04/microsoft-virtualization-chance.html

Giorgio

Comments
  • Giorgio,

    condivido gran parte delle tue considerazioni.

    Anche secondo me le le caratteristiche di integrazione lo possono rendere vincente, soprattutto per tutte le persone di estrazione "windows" che mal digeriscono un uso poco più che superficiale di ESX.

    Chi ha provato ad andarci un po' a fondo e non è uno smaliziato sistemista unix\windows può capire cosa intendo dire.

    Il problema è il ritardo con cui la soluzione si presenterà sul mercato rispetto al competitor che è già molto penetrato nelle aziende.

  • Ciao Andrea.

    il ritardo dell'arrivo sul mercato di Windows Server Virtualization è strettamente legato alla necessità  di creare un livello di virtualizzazione solido come una roccia. E' evidente che dovendo lo strato di virtualizzazione, sostenere molti server contemporanei, non può essere meno che completamente affidabile in quanto un problema a questo livello si riperquoterebbe su molti workload.

    I nostri sviluppatori stanno facendo il loro meglio per ottenere un prodotto completamente affidabile dal primo istante.

    Per quanto riguarda la penetrazione del mercato, si deve comunque tenere presente che i workload virtualizzati costituiscono una frazione ancora esigua dei server presenti nelle aziende, pur rappresentando questo mercato tassi di crescita a due cifre. Io credo che ci sia ancora ampio, ampissimo, spazio per Microsoft e sono convinto della bontà della soluzione complessiva che avremo tra ormai pochi mesi.

    Ho iniziato a trattare questi temi più approfonditamente qui: http://blogs.technet.com/pgmalusardi

    Ciao

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment