Salve, avevamo promesso che su questo blog non saremmo mai scesi nel banale con post del tipo “E’ uscita la Service Pack tal dei tali, etc….”, non Vi preoccupate, scrivendo questo post non stiamo violando tale impegno, leggete e capirete che quello che sto per dirVi non è immediatamente deducibile dal marasma di link, readme, release notes e materiale vario che sta inondando Internet da questa notte.

Dunque, partiamo con la cosa fondamentale, il link per il download della SP1:

Microsoft® SQL Server® 2008 R2 Service Pack 1

http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?displaylang=en&id=26727

 Provate ad aprire questo link e Vi troverete una sorpresa:

E’ quello che sembra ? Posso confermarVi di si, dopo aver espanso i primi due package con il solito flag “-x”: questi due pacchetti, uno per piattaforma x86 ed uno per x64 per Itanium come è noto non c’è console SQL L, contengono gli aggiornamenti necessari per fissare il solo “SQL Server Management Studio e tutte le sue “dipendenze”.

La domanda meno banale è: “Ma se devo aggiornare un server dove sono installati sia il Management Studio sia il motore SQL, devo installare entrambi i pacchetti ?” In questo caso, il pacchetto principale è sufficiente per aggiornare tutto quanto, non c’è bisogno di una doppia installazione.

 Altra questione che causa molta confusione è quella riguardante l’inclusione, in generale, delle varie Cumulative Update (CU) in ogni Service Pack (SP):  dato che al momento della “chiusura” della lista delle hotfix da includere in una certa SP al momento del rilascio della suddetta SP passa del tempo, il ciclo di sviluppo delle CU va avanti, quindi una certa SP non include tutte le CU rilasciate al momento del rilascio della SP stessa. Frase un po’ contorta, lo ammetto, per dire che in questo caso la SP1 di SQL Server 2008 R2 include solamente le CU dalla (1) alla (6), ma non la (7) e la (8) ! Se avete, quindi, già installato la CU7 o la CU8 per SQL 2008 R2, è caldamente consigliato aspettare il rilascio della CU1 per SQL Server 2008 R2 SP1 , attenzione che questa CU è differente dalla dalla CU1 per SQL Server 2008 R2 in quanto si riferiscono ad una “base” diversa.

IMPORTANTE: La SP1 di SQL 2008 R2 contiene anche la fix necessaria per fissare il security bug MS11-049 di recente rilascio, magari se non lo avete già fatto andate a rileggerVi il mio precedente post sull’argomento per capire se effettivamente avete bisogno di questa security fix:

Il primo Security Bug per il Database Engine di SQL 2008 ?

http://blogs.technet.com/b/italian_premier_center_for_sql_server/archive/2011/06/27/il-primo-security-bug-per-il-database-engine-di-sql-2008.aspx

 Terzo ed ultimo punto di attenzione, ricordateVi che il pacchetto di aggiornamento di ogni Service Pack di SQL (SP), non include alcune componenti “accessorie” che devono essere quindi scaricate separatamente, come ad esempio:

  • Microsoft® SQL Server® 2008 R2 SP1 Feature Pack

http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?displaylang=en&id=26728

 

  • Microsoft® SQL Server® 2008 R2 BooksOnline

http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?id=9071

NOTA: Il link dei “ BooksOnline” è ancora in fase di aggiornamento, controllare la data e la versione di rilascio prima di scaricare.

Infine, è sempre bene ricordare che:

  • Le “Service Pack” (SP) di SQL Server 2008 e SQL Server 2008 R2 possono essere rimosse, ma specificatamente per la SP1 di SQL 2008 R2 fate attenzione al seguente problema:

 The SQL Server Service Cannot Start after You Uninstall SP1 for SQL Server 2008 R2 if a UCP Exists in the Instance of SQL Server

http://social.technet.microsoft.com/wiki/contents/articles/microsoft-sql-server-2008-r2-sp1-release-notes.aspx

 

  • Le “Service Pack” (SP) di SQL Server 2008 e SQL Server 2008 R2 supportano l’installazione in modalità “slipstream”, cioè l’installazione in unica soluzione sia di SQL Server che della relativa SP (ed anche CU), come da istruzioni seguenti:

 

How to slipstream SQL Server 2008 R2 and a SQL Server 2008 R2 Service Pack 1 (SP1)
http://blogs.msdn.com/b/petersad/archive/2011/07/13/how-to-slipstream-sql-server-2008-r2-and-a-sql-server-2008-r2-service-pack-1-sp1.aspx 

  • Le “Service Pack” (SP) di SQL Server 2008 e SQL Server 2008 R2 supportano, in configurazione cluster, la cosiddetta “Rolling Upgrade” per minimizzare i tempi di aggiornamento dell’istanza SQL Server, partendo dai nodi passivi e terminando con il nodo attivo; in breve la sequenza dei passi, su un ipotetico cluster a 5 nodi, sarebbe:

 

    • Supponendo che l’istanza SQL che si vuole aggiornare sia sul nodo(1), installare la SP1 su tutti i nodi passivi da (2) a (5) senza nessun particolare ordine; ); da notare che questo non causerà nessun disservizio.
    • ATTENZIONE: quando eseguirete il setup sul terzo nodo, cioè il nodo(4) se andate in ordine di numerazione, cioè raggiunta la quota del (50% + 1) dei nodi del cluster, la procedura eseguirà automaticamente il failover dell’istanza SQL dal nodo(1) non ancora “patchato” ad uno dei nodi già aggiornati con la SP1(nodi (2), (3) oppure(4)); questo di fatto aggiornerà la struttura dei database di sistema dell’istanza e da questo momento in poi SQL Server non potrà fare “failover” sui nodi non aggiornati a SP1 (nodi (1) e (5)).
      • Se non volete che questo avvenga, perché magari volete gestire Voi direttamente quando l’istanza SQL dovrà fare failover su uno dei nodi “patchati”, allora dovete lanciare il setup della SP1 con l’opzione “/CLUSTERPASSIVE”;
    • Supponendo che il failover automatico abbia portato l’istanza sul nodo(2), installate la SP1 sui nodi rimanenti, cioè nodo(1) e nodo(5), da notare che questo non causerà nessun disservizio.

Credo sia tutto, ho in previsione di aggiornare questo post in caso si presentino “Known Issues” sulla SP1 di SQL 2008 R2, quindi Vi consiglio di controllare periodicamente questo blog :-) ....

Buon lavoro a tutti !

--Igor Pagliai--