[English readers: you can find English links in this post for your convenience]

Il tema di questo whitepaper meritava pubblicità di per sé, ma la menzione da parte del caro Vittorio Bertocci lo rende ancora più una lettura da non perdere:

Vibro.NET > New Paper: Single Sign-On from Active Directory to a Windows Azure Application

Questo l’abstract:

This paper contains step-by-step instructions for using Windows® Identity Foundation, Windows Azure, and Active Directory Federation Services (AD FS) 2.0 for achieving SSO across web applications that are deployed both on premises and in the cloud. Previous knowledge of these products is not required for completing the proof of concept (POC) configuration. This document is meant to be an introductory document, and it ties together examples from each component into a single, end-to-end example.

E’ un esempio della estrema flessibilità e capacità di integrazione tra le soluzioni nel Cloud e quelle “on premises” della piattaforma Microsoft, in grado di indirizzare le esigenze miste di chi non vuole o non può spostare tutto sul cloud, magari per stringenti requisiti di sicurezza: una flessibilità che altri fornitori non hanno e per questo corrono a spingervi per mettere tutto sul cloud ….

Feliciano

Other related posts/resources: