[English readers: you can find English links in this post for your convenience]

Lo so che sembrerà strano ma effettivamente, come riportato da questo articolo di Softpedia,

Volcanic Ash Cloud May End Up Harming Your Computer

chi si accinge a cercare immagini o notizie relative alla, ormai famosissima, nube di cenere del vulcano islandese, rischia di imbattersi in link infetti che propongono l’installazione e l’acquisto di finti software antivirus (il cosiddetto Scareware/Rogueware).

Quindi attenti all’uso di queste stringhe di ricerca:

"volcano iceland", "uk airspace", "flights canceled", "Iceland volcano pictures"

Ormai non c’è evento di rilevanza internazionale che non sia usato dai cyber-criminali per contaminare le pagine dei risultati dei maggiori motori di ricerca in modo da proporre link infetti: è la tecnica che va sotto il nome di Black Hat SEO o spamdexing.

E’ un motivo in più per aumentare la diffidenza verso i link di fonti sconosciute e per affidarsi a browser che possano tutelarvi il meglio possibile:

L’egregio lavoro del filtro anti-malware di IE8 (SmartScreen Filter)

Feliciano

Other related posts/resources: