[English readers: you can find English links in this post for your convenience]

L’articolo di ComputerWorld continua ad alimentare le mie perplessità sull’approccio alla sicurezza da parte di Apple:

Apple delivers record monster security update

Per carità, non è la quantità delle patch che mi scandalizza, anzi quello sarebbe un buon segno…

E’ la tempistica dei rilasci e le dinamiche di comunicazione che mi lasciano perplesso.

Sulla tempistica: sia prima con l’avvicinarsi della gara di hacking Pwn2Own, sia ora nell’imminenza della disponibilità dell’iPad, sembra che il criterio guida dei rilasci di sicurezza sia tutto fuorché la tutela della rapida protezione dei clienti: è vero che per ora Apple può godere di pochi problemi di virus e attacchi pubblici diretti alla sua piattaforma, ma da qui a dire che questo basta per sentirsi al sicuro ce ne passa …

Sulle dinamiche di comunicazione: ho fatto abbastanza fatica a trovare delle risorse ufficiali che avvisino delle notifiche di sicurezza e forniscano adeguati dettagli tecnici, è più facile apprendere queste news da terze parti, online news (come l’articolo citato di CW) e blog. L’unico RSS che sembra fornire tali indicazioni è questo. Il sito sulla sicurezza dei prodotti Apple è poi a dir poco scarno...

In ogni caso, ecco i link sugli aggiornamenti rilasciati in questi giorni:

Feliciano

Other related posts/resources: