[English readers: English links in the reference list at the end of this post]

L’RSA Security Conference è sicuramente l’evento internazionale più importante nel campo della sicurezza informatica, occasione ideale per annunci importanti e di rilevanza mondiale. Già l’anno scorso Microsoft aveva dato un primo aggiornamento del suo percorso verso la realizzazione della sua missione collaborativa denominata End to End Trust, ma quest’anno finalmente si vedono quei passi concreti che tutti aspettavano:

  • La disponibilità della tecnologia U-Prove, nella forma di Community Technology Preview e con specifiche distribuite sotto Open Specification Promise: una tecnologia che aiuta gli utenti abilitandoli a condividere solo le informazioni minime strettamente necessarie al completamento di transazioni online, garantendo la sicurezza delle loro informazioni personali e non violando la loro privacy.
  • Il rilascio di Forefront Identity Manager 2010 per abilitare le aziende a implementare in modo efficiente ed efficace l’intero ciclo di attività richieste dalla gestione delle identità/credenziali digitali.
  • L’impegno attivo nella lotta di contrasto al Cybercrime e al fenomeno delle botnet (vedasi i risultati dell’operazione b49)
  • Il richiamo alla necessità di un allineamento degli attori sociali, politici ed economici e dei vendor IT sullo sforzo congiunto di pensare ad una modalità per regolare i comportamenti di accesso ai dati su Internet, di fronte ai nuovi scenari tecnologici introdotti dal Cloud Computing.

Maggiori link di approfondimento nelle risorse correlate in fondo al post.

Vi invito ad ascoltare la keynote di Scott Charney, Corporate Vice President, Trustworthy Computing, cliccando sull’immagine:

image[4]

Non mancherò di postare con altre considerazioni mano a mano che approfondirò questi temi.

Feliciano

Altri post/risorse correlate: