hit counter
Quando la montagna va da Maometto: Microsoft Security Essentials (ex Morro) - NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini - Site Home - TechNet Blogs

NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini

Notizie, best practice, strategie ed innovazioni di Sicurezza (e non solo) su tecnologia Microsoft

Quando la montagna va da Maometto: Microsoft Security Essentials (ex Morro)

Quando la montagna va da Maometto: Microsoft Security Essentials (ex Morro)

  • Comments 5
  • Likes

image Il post di Lorenza su MClips mi da la possibilità di aggiornarvi, anche se in ritardo :-(, dei progressi del famoso Microsoft “Morro”, l’antimalware gratuito di Microsoft di cui vi avevo detto all’epoca del suo annuncio. Sapevo che lo scorso 23 giugno sarebbe stata aperta la disponibilità limitata al download della prima beta pubblica, ma il limite di soli 75.000 copie e l’audience ristretta a poche nazioni (non l’Italia), come cita ancora il sito relativo, mi ha sinceramente scoraggiato dall’avvisarvi per tempo: ero infatti ancora lì a decidere se postare o meno, e già leggevo che in meno di 24 ore i 75.000 download erano già stati esauriti… 

La disponibilità di questa beta è stata comunque occasione per svelare il nome ufficiale del prodotto, Microsoft Security Essentials (gia acronimizzato in MSE). Pensate che ero tra coloro a cui è stato chiesto di proporre una serie di nomi tra cui scegliere quello definitivo: non vi svelerò le mie proposte, che erano molto più ardite di questo :-), ma voi che ne pensate del nome Security Essentials? Effettivamente, potrà anche sembrare poco fantasioso, ma coglie l’essenza (appunto) della sua missione: fornire una protezione di base dal malware al più ampio numero possibile di utenti al mondo. Se è vero che circa il 60% dei PC a livello mondiale è ancora privo di antivirus, serve davvero creare le condizioni affinché gli ostacoli per ridurre tale percentuale siano rimossi: la visibilità di cui gode Microsoft e la disponibilità gratuita di MSE saranno sicuramente un modo efficace per ampliare significativamente il numero di PC attrezzati con un software antivirus.

E’ solo filantropia? Cosa ci “guadagna” Microsoft da questa operazione? Mi vengono in mente due considerazioni. La prima è che riducendo il numero dei PC sprovvisti di antimalware di base si migliora davvero l’intero ecosistema di sicurezza su Internet: le scorribande di botnet e simili si avvantaggiano proprio di tutto il mare di PC che vengono connessi alla rete senza nessuna protezione. Le cose stanno cambiando rapidamente (Intego: Apple riconosce possibili minacce di sicurezza per il Mac), ma per il momento la maggior parte del malware indirizza la piattaforma Microsoft: se quindi migliora l’ecosistema di sicurezza, Microsoft è la prima a beneficiarne in termini di immagine. La seconda è che l’insieme dei PC su cui verrà installato MSE andrà ad ampliare la notevole base di sistemi che alimentano di dati, in modo assolutamente conforme ai principi di privacy, il Microsoft Malware Protection Center, il centro di ricerca che è impegnato a migliorare l’engine di protezione anti-malware di Microsoft. Con tale imbattibile base di dati, Microsoft si attrezza a dare davvero del filo da torcere ai suoi concorrenti sul tema antimalware (e Conficker ha fornito il primo spunto in tale gara, gli altri vendor hanno un po’ arrancato a stargli dietro).

Un altro aspetto che forse farà un po’ discutere sarà l’aver legato l’installazione di Microsoft Security Essentials al controllo Windows Genuine Advantage (WGA), ossia alla verifica di autenticità di Windows: MSE non aiuterà a ridurre la pirateria, ma mi sembra giusto che chi sceglie una copia legale di Windows senta un trattamento privilegiato, no? Rispetto a questo punto, vi raccomando di non lasciarvi tentare dal provare il download delle copie di MSE che sono apparse sui vari torrent, chi vi garantisce che non vi portate sul PC una bella coltivazione di Trojan assieme a quello che credete sia MSE? Se avete la voglia di testarlo non disperate, credo che Microsoft valuterà una nuova beta pubblica più ampia nell’approssimarsi della data di rilascio ufficiale… e io farò del mio meglio per avvisarvi per tempo!

A presto!

Feliciano

Altri post/risorse correlate:

 

 

Comments
  • Interessante. Solo qualche dubbio, Se non erro, Defender (su vista e xp) dovrebbe ricoprire il ruolo di antimalware.

    Se MSE (il nome è molto carino)  svolge solo questa funzione, mi sembra molto riduttivo ed un doppione di Defender. Risulterebbe molto interessante ed utile, se protegge anche da virus e dialer.

  • infatti proteggerà da virus e da tutti i rischi per la protezione...

    defender non servirà più... inoltre se andate su connect potete provarlo gratuitamente...

  • Ciao Emanuele, ha ragione lzk87: Windows Defender è un antispyware, mentre Microsoft Security Essentials è pensato per essere un completo antimalware (quindi antivirus, anti-rootkit, anti-trojan, antispyware, etc), e di fatto rende non più necessario Defender (che viene disabilitato se si installa MSE).

  • secondo me era meglio se aggiornavano le firme di scansione di Windows Defender per far si che riconoscesse anche i virus, senza dover creare un altro prodotto simile.

  • Ciao gerry, non so, forse sbaglio, ma credo che un antimalware completo sia strutturalmente diverso da un semplice antispyware (e quindi non basti solo ampliare il file di signature), e di sicuro Morro/MSE è nato per essere il più leggero possibile, in modo da poter essere installato su PC con poche risorse, quindi doveva differenziarsi rispetto al codice già esistente.

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment