hit counter
Ciao Alan, caro amico... - NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini - Site Home - TechNet Blogs

NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini

Notizie, best practice, strategie ed innovazioni di Sicurezza (e non solo) su tecnologia Microsoft

Ciao Alan, caro amico...

Ciao Alan, caro amico...

  • Comments 46
  • Likes

Un blog è un diario, anche se nel mio di rado vi ho parlato delle mie vicende personali, preferendo in prima battuta condividere con voi la mia passione per la sicurezza e per la tecnologia...

Oggi non riesco a fare a meno di un'eccezione, importante, viscerale... un caro amico ci ha lasciato, strappato alla vita, a poco più di trent'anni, da un male spietato, una malattia che lo ha anche allontanato per due anni e mezzo da noi, dalla nostra allegra compagnia, qui in Microsoft...

Con Alan Bergoug ho condiviso praticamente tutto il percorso professionale da quando sono in Microsoft, nella divisione dei Servizi di Supporto Tecnico: nonostante fosse giovanissimo è riuscito in fretta a diventare un vero guru di Active Directory, a tal punto da essere stimato ed apprezzato per questa sua competenza anche al di fuori del nostro team, e al di fuori dell'Italia, un grande!

Il mio amico Alan Oltre che bravo era anche uno spasso d'allegria, uno spirito libero, fuori dagli schemi e dalle convenzioni: ho recuperato dal cassetto una foto di 5 anni fa durante una cena aziendale, lui è quello che "sembra" serio al centro della foto con la maglietta bianca e i capelli a spazzola, con accanto il caro Fabrizio (il suo vero amico, che lo piangerà più di tutti noi) che gesticola a mo' di rapper...

Questo era il clima del nostro gruppo quando c'era lui e avevamo modo di ritrovarci spesso assieme in ufficio... e così mi piace ricordarlo...

Ho deciso di affidare ad un post questo ricordo di lui perché lui era un profondo appassionato di tecnologia, e mi piaceva l'idea che il suo nome non fosse dimenticato, che fosse affidato al mare magnum di Internet, magari rintracciabile anche negli anni futuri...

Ciao Alan, caro amico.

Comments
  • E' difficile trovare parole che non suonino vuote in questo momento. Aver conosciuto Alan e aver goduto della sua amicizia è stato bello. I bei momenti passati insieme in giro per il mondo resteranno con me cosi come  con tutti coloro che li hanno condivisi. Ho conosciuto un uomo coraggioso, allegro, indipendente, libero. E' stato un privilegio. Ciao Alan.

  • HO conosciuto Alan nella mia breve permanenza in Microsoft, e lo ricordo come una persona piena di entusiasmo, intraprendenza e allegria. Non aggiungo altro per non sembrare retorico.

    Ciao Alan!

    Un abbraccio anche a Fabrizio.

  • "Goccia dopo goccia, il cielo su Milano ha pianto ogni giorno.

    La pioggia ha fatto compagnia alla tristezza della persona che più di tutte era legata ad Alan."

    La mia "incursione" in questo blog può sembrare inopportuna, e mi scuso con chi la giudicherà in questo modo.

    Praticamente non conoscevo molto Alan. Eppure sono stata testimone della lotta che Alan ha combatutto durante gli ultimi due anni, del coraggio che ha avuto nell'affrontare i momenti di sconforto.

    Mi sembra giusto ricordare la sua forza, e la forza di Lorena che gli è stata affianco, che gli ha tenuto la mano e che, nei momenti peggiori, gli ha dato il motivo per andare avanti.

  • Grazie della tua gentile e toccante incursione, I., sono anzi onorato che questo post possa estemporaneamente raccogliere testimonianze e ricordi di chi abbia conosciuto Alan. Grazie anche per aver citato Lorena: tanti noi non hanno avuto modo di conoscerla (me compreso) ma anche solo l'idea di saperla accanto ad Alan a volergli bene e a spronarlo ci è servita tante volte per consolarci di non riuscire a stargli vicino come avremmo voluto.

  • Grazie di aver creato questa pagina, sono sicura che ad Alan farà piacere e per noi sarà bellissimo avere un posto dove incontralo ancora

  • Sono fellice di vedere che mio cugino aveva tante persone che lo stimavano e gli volevano bene. Vi ringrazio.

  • E' sera ormai.

    Sento il respiro che si fa affannoso, mi guardo intorno, mi manca qualcosa.

    Forse sono solo stanco, del resto sto lavorando ininterrottamente da giorni.

    Però...no, non è stanchezza esattamente, il vuoto e lo sconforto mi assalgono.

    Vedo tutto buio, devo sedermi.

    Ora comincio a capire.

    Credevo fosse più facile.

    Caro compagno di mille avventure dove sei?

    Spero tu possa leggere quello che non ho fatto a tempo a dirti.

    Ti ricorderò come un grande uomo giusto, intelligente, onesto e fuori da ogni schema.

    La tua forza il tuo coraggio e la tua dignità sono una lezione di vita per tutti.

    Non ti dimenticherò mai. Mai.

  • Dolce Alan ti ho visto solo 2/3 volte ma ti conosco molto molto bene attraverso la persona che tu amavi tanto, Lorena La "Grande Donna" che ti e' stata vicino e che con la sua forza ti ha aiutato a lottare e sperare fino all'ultimo.

    Forse tu non sai, da lontano giorno per giorno pregavo per quel "Miracolo"  che un po ci accomuna, pregavo nella speranza di vedervi finalmente felici e di veder coronare il vostro sogno.

    Ho pregato moltiplicato per 2 ma ora una preghiera la rivolgo a Te.

    Ora che sei "sereno" aiuta Lei a continuare ad assere sempre la donna forte che tu hai amato, prendile la mano nei momenti di sconforto, cammina al suo fianco nei momenti di malinconia e prendila in braccio se intuisci un minimo cedimento......io non posso far altro che pregare e pensare che, anche solo da lontano, ho conosciuto una BELLA persona .....arrivederci Alan

  • solo oggi riesco a scrivere queste poche righe per renderti omaggio, e' grande il vuoto che mi assale e forte il dolore che provo per la scomparsa di un Amico......Onesto......Sincero.

    Un pensiero va a coloro che Ti sono stati accanto, in questi ultimi 2 anni e mezzo, cercando di lenire il dolore e accompagnando il tuo cammino di sofferenza.

    Sono triste, e non posso darmi pace per quello che il destino ha ingiustamente deciso di riservarTi

    Un pensiero va al tuo modo caparbio e dignitoso di lottare fino all'ultimo

    Sono tanti i ricordi belli, i momenti felici, le scorrerie e gli scherzi che hanno scandito questi anni di amicizia e sono questi che porterò per sempre con me insieme al ricordo di una persona speciale

    Ciao Alan

  • Ciao Alan, è impossibile racchiudere in poche righe tutto quel che sento.

    Gli schemi non ci sono mai appartenuti.

    Sono giorni che ho in me un grande vuoto e so che purtroppo dovrò farci l'abitudine. Dovevamo vederci ma non ci siamo riusciti.

    Cerco di far andare i miei pensieri verso i nostri momenti di gioia, alle risate fatte insieme con Fabrizio, Igor e gli altri ragazzi, ai tuoi scherzi, ai sorrisi, perchè so che è così che avresti voluto vederci.

    So che con il Tuo sguardo ora, vedendoci giù, ci avresti tirato fuori da questa "strana" situazione. Con un sorriso.

    Sono tanto triste Alan e vorrei che un pensiero di serenità potesse raggiungere la Tua Lorena e tutti coloro che Ti hanno aiutato a superare ogni momento di difficoltà in questo lungo periodo.

    Per me è stato un onore conoscerti personalmente, condividere con Te i diversi momenti e vivere così da vicino una Persona Speciale.

    Perchè Tu lo sei e lo sei stato con noi, sarà impossibile dimentircarti.

    Ciao Alan ....

  • Ciao. Non sono riuscito nemmeno a salutarti prima che tu ne andassi. Non ti dimenticherò mai. Non sono riuscito a farti conoscere il tuo nuovo cuginetto, Alberto. E' nato a febbraio, quando tu, purtroppo stavi già molto male. Ti mandiamo un bacio lassù dove sei ora. Tuo cugino Stefano, la moglie Michela e i bambini Andrea e Alberto.

    Addio!

  • Era tanto che non ci vedevamo Alan, ma sapere che sei mancato è stato comunque un duro colpo.

    Ti ricorderò comunque sempre com'eri nelle belle serate che abbiamo passato insieme.

    Addio

    Maurizio

  •   L'ultima volta che ci siamo incontrati, Alan,  è stato a Gorizia, nel settembre 2006. Mi avevi accompagnato a fare un breve volo con il mio aereoplano. Ricordo con grande gioia ed un nodo in gola grande così, i tuoi occhi ed il tuo viso sorridente nell'ossevare quegli spettacoli che l'aereo, in pochi minuti, ci ha offerto. Una breve parentesi in mezzo a quel maledetto calvario che già ti minava. Anche se da Trieste, assieme a mia moglie, ho seguito con angoscia ed incredulità questi due anni e mezzo terribili. Ho seguito la tua battaglia, le infinite sofferenze ed il tuo spirito da Leone che hai sempre opposto alla malattia. Con una forza ed un coraggio che mi hanno lasciato davvero a bocca aperta. Giorno dopo giorno, capitolo dopo capitolo. Non  riesco, Alan, a darmi pace. Non riesco a darmi un perchè. Non riesco a capire perchè tanto accanimento e tanta sfortuna proprio su di te. Resterà sempre il Tuo ricordo, il Tuo attaccamento alla vita, la Tua forza, la Tua grande dignità nell'affrontare un destino maledetto. Anche se ho tanti anni più di te, grazie per quello che mi hai insegnato... ma che non avrei mai voluto vedere.

       Un abbraccio forte forte

           Stefano    

  • E' passata ormai una settimana dalla triste notizia, ricordo ancora quella telefonata di Fabrizio come se fosse adesso.

    Non mi sembrava vero, non volevo crederci, una telefonata che non avrei mai voluto ricevere...

    Purtroppo era tutto vero Alan, te ne eri andato lottando fino all'ultimo contro il destino ma con la dignità che solo tu sapevi esprimere.

    Mi scorrono nella mente tutte le volte che al venerdì ci si sentiva, non per dirci chissà che cosa, ma un solo saluto per me era tanto, era importante, era il segnale tangibile della tua presenza e quando non rispondevi mi perdevo d'animo e subito pensavo al venerdì successivo.

    Il prossimo venerdì ora non ci sarà più ma il tuo ricodo srà indelebile, una persona su cui contare, di cui fidarsi, sempre allegra, trasparente ed onesta, che non agiva mai per secondi fini e da cui ho imparato tanto: questo per me eri Alan e lo sarai per sempre.

    Rimarrai sempre tra noi e nel mio cuore.

  • Lavoro in Microsoft in un settore diverso da quello in cui lavorava Alan: l'ho incontrato una sola volta, diversi anni fa, in una riunione con un cliente. Nonostante ciò, quando ho letto il suo nome nella la triste mail che ne annunciava la scomparsa, il suo viso ed il suo modo di fare mi sono tornati in mente chiarissimi.

    Era bastato un fugace incontro di lavoro per lasciarmi nella memoria l'immagine di una persona che mi appariva al tempo stesso un bravo ragazzo ed un grande professionista.

    Non è da tutti riuscire a lasciare un ricordo di se così intenso in un periodo di tempo così limitato.

    Non conoscevo davvero Alan eppure sento con certezza di aver perso una grande persona ed un grande collega.

    Ciao Alan

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment