hit counter
Quando il virus è coperto da copyright: la pirateria anche sul malware - NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini - Site Home - TechNet Blogs

NonSoloSecurity Blog di Feliciano Intini

Notizie, best practice, strategie ed innovazioni di Sicurezza (e non solo) su tecnologia Microsoft

Quando il virus è coperto da copyright: la pirateria anche sul malware

Quando il virus è coperto da copyright: la pirateria anche sul malware

  • Comments 5
  • Likes

Ebbene sì, avete letto bene, non è uno scherzo: ne parla il blog di Symantec segnalando di aver ritrovato nei file di help del malware Zeus un vero e proprio EULA (End User License Agreement).

Ve lo riporto perché al di là della stranezza è un ulteriore sintomo dell'evoluzione dello scenario di rischio su Internet, con dinamiche che stanno portando alla realizzazione di un vero e proprio mercato underground di vulnerabilità e malware, guidato dalla concreta realizzazione di profitti economici molto reali e poco virtuali. Se infatti a prima vista si può pensare ad una boutade di questi pirati informatici, a ben leggere i termini di questo inverosimile "accordo di licenza" si capisce che l'intento è proprio quello di dissuadere altri pirati informatici dall'appropriarsi della proprietà intellettuale insita nel codice malware, per riutilizzarla nella realizzazione di altro malware.

L'altro aspetto innovativo, alquanto "simpatico", è anche la minaccia verso chi viola questo inusuale copyright: non potendo fare ricorso alle vie legali per ovvi motivi...;-)... si minaccia di segnalare il malware scopiazzato "illegalmente" direttamente ai vendor Antivirus, per tagliarli subito fuori dal mercato... incredibile ma vero!

Come giustamente riporta il blog di Symantec, purtroppo questo EULA non sembra essere stato preso troppo sul serio, visto che il malware in questione viene diffusamente scambiato nelle comunità underground senza troppo rispetto di queste richieste degli autori... d'altra parte cosa si può pretendere da tali galantuomini???

Mi viene da sorridere... i pirati a loro volta piratati... una volta tanto... chi la fa, l'aspetti...!! :-)

Share this post :

 

Comments
  • PingBack from http://gattoimburrato.wordpress.com/2008/05/01/hackyright/

  • Vorrei commentare la frase:

    d'altra parte cosa si può pretendere da tali galantuomini???

    Non so se sia una offesa verso questa comunità, credo proprio di no, credl che sia stata detta tanto per far strappare un sorriso ai lettori (riuscendoci sicuramente), ma credo che non sia affatto carino dire certe cose.

    Certo, abbiamo certi elementi in questa comunità che non sono di certo galantuomini.

    Sinceramente trovo molto ridicolo il fatto di applicare un copyright su certo genere di materiale, dato che si diffonde attraverso le reti undergound e che è inevitabile la sua diffusione sbattendosene completamente del copyright...

    Una cosa che mi ha fatto davvero ridere è la minaccia che il programmatore ha lanciato a coloro che copiassero il malware :D Hahahaha... Ma guardate a che punti siamo arrivati... :D Hahahaah

  • Ciao Luca, da un lato non è mia abitudine offendere nessuno dall'altro è evidente che non stimo (anzi ritengo deprecabile) chi impegna il suo tempo per realizzare malware: capisco però dalle tue considerazioni che ti stai riferendo all'etica hacker... e allora potremmo avere dei punti in comune. Il tema è interessante e vale la pena approfondirlo: è un peccato trattarlo in un commento laterale, mi hai dato spunto per un prossimo post...

    Grazie e a presto!

  • Certamente, se ci riferiamo ai programmatori di malware capisco che non sono assolutamente gentiluomini, mi riferivo più all'etica Hacker, forse mi sono spiegato male io :)

    Contattami appena scrivi il nuovo articolo.

    A presto.

    Luca Mercatanti.

  • D'altronde, al giorno d'oggi quale azienda può dire di non aver violato qualche licenza?

Your comment has been posted.   Close
Thank you, your comment requires moderation so it may take a while to appear.   Close
Leave a Comment