Quando ho cominciato la mia avventura lavorativa a Milano, venivo sempre su in treno. Prendevo il treno il lunedì mattina da Brignole alle 6.35 e lo riprendevo il venerdì alle 18.26 da Rogoredo. Ho ricordi particolari di quei momenti. Per esempio, ricordo che a quell'ora al mattino presto, la gente dormiva (tutti, ma proprio tutti, me compreso!) ma c'era sempre qualcuno che parlava, vuoi perchè eccitato per qualche colloquio che si apprestava a fare, vuoi perchè arrabbiato per una situazione lavorativa particolare oppure erano semplicemente scolaresche che andavano a fare il solito giro Castello Sforzersco - Duomo - Tomba di Manzoni al Cimitero Monumentale. A parte che ci sono mille altre cose da vedere a Milano (e più vivo qui e più me ne rendo conto), i più fastidiosi erano quelli che parlavano al cellulare, noncuranti degli altri. E tutti giù a imprecare (!%§&) , speranzosi di poter recuperare quell'oretta di sonno tanto sognata e desiderata...

E poi la stazione di Rogoredo, per quotidiano/caffettino mattutino (ma il bar adesso è stato ristrutturato ed è decisamente meglio di come era messo qualche anno fa).

Al ritorno poi, quando si era tutti lì in piedi ad aspettare il nostro agognato treno che ci riportasse a casa, e una voce tuonante rompeva il silenzio dicendo che ci sarebbero stati 5/10/15/20 (etc...) minuti di ritardo, giù di nuovo con le imprecazioni !

La cosa che più mi aveva colpito all'inizio era che, nei miei lunedì e venerdì di viaggio, incontravo gli stessi volti e le stesse facce ormai conosciute. Quando però mi capitava di venire sù durante la settimana per vari motivi, mi accorgevo che la gente era più o meno la stessa !! E mi chiedevo come potevano vivere in quel modo, avendo a disposizione per loro e/o per la propria famiglia un paio d'ore (forse di più, se avevi la fortuna che qualcuno ti preparasse la cena) al giorno. Pensavo che io avrei cambiato lavoro piuttosto che vivere così. Ma forse, col senno di poi, magari ora non ne sarei proprio così sicuro...

Ora, a parte le mie divagazioni, leggo sul Secolo XIX che hanno messo (FINALMENTE??) un treno Eurostar, ancora in fase di progetto pilota (fino a al prossimo dicembre) e che servirà, dicono, circa 600 pendolari liguri (anche se a me sembravano molti di più :)), che parte da Genova Brignole - Principe - Rogoredo fino a Porta Garibaldi in una tirata unica.

eurostar

Un Eurostar per Milano?? Spettacolo, diranno in molti !! Il treno dei desideri sembrerebbe!! E poi a tariffa agevolata! Ma c'è un però perchè, Udite Udite, ci metterà la bellezza di 79 minuti (1 ora e 19). E dove stà questa gran rivoluzione? Sono solo 13 minuti in meno !!

Capisco che per qualcuno 26 minuti sono quasi mezz'ora di vita guadagnata. Però speravo davvero in qualcosa di più, soprattutto per il fatto che è un pilota, quindi non si sa se continuerà nel 2008..

Chiudo con un proverbio, che sembra più un monito (e che probabilmente scriverò male perchè sono meneghino d'adozione):

Chi ghe volta el cù a Milan, ghe volta el cù al pan